Svizzera

Vescovi svizzeri contro «No Billag»/catt.ch/gdp

Un «sì» il prossimo 4 di marzo all’iniziativa «No Billag» nuocerebbe alla coesione nazionale e all’identità svizzera, specie nella Svizzera italiana e romanda. È l’opinione dei vescovi svizzeri, che nel corso della loro riunione a Engelberg (OW) hanno anche deciso di aumentare di 300mila franchi (dai 500mila iniziali) il fondo destinato all’indennizzo di vittime di abusi sessuali commessi nel contesto ecclesiale e ormai prescritti.

Continua a leggere su Giornale del Popolo.

8 Dicembre 2017 | 17:25
billag (1), canone (1), svizzera (206), vescovi (110)
Condividere questo articolo!
En relation