Pasqua

Verso la Settimana Santa/catt.ch/gdp

Ci introduciamo alla Settimana Santa, la più importante dell’anno, piena di riti, di gesti e di tradizioni. Con don Emanuele Di Marco, direttore dell’Oratorio di Lugano, proviamo a dare una lettura attuale e concreta di ciò che vivremo nei prossimi giorni.

Oggi nelle chiese verrà letta la Passione di Cristo. Don Emanuele, come possiamo vivere al meglio l’ascolto di questa lettura rendendola attuale nella nostra vita?

La liturgia è già attuale: noi non solo stiamo facendo memoria di quello che è stato, ma anzi stiamo in effetti vivendo quello che è successo. Questo è il primo punto essenziale per sentirci partecipi: quello a cui assistiamo è il memoriale, ovvero l’attualizzazione. Gli abiti, gli oggetti, le azioni  liturgiche favoriscono a vivere il mistero che viene celebrato. Un esercizio che funziona sempre con i più piccoli, ma anche con i grandi, è quello di riconoscere i ruoli di questi racconti. La Settimana Santa è ricca di incontri, di decisioni, di scelte, di rancori e di speranze. Dobbiamo dunque riuscire a dare un profilo a ciascuno, secondo quella che è la propria condizione, in modo da riuscire a coglierne ogni aspetto. Questo è possibile perché quei protagonisti di allora in fondo hanno vissuto la vita e i drammi che viviamo anche noi nella nostra quotidianità: sul lavoro, in famiglia, nel tempo libero, a scuola… e allora non è più qualcosa del passato, ma di estremamente presente ed importante.

Continua a leggere su Giornale del Popolo.

Don Emanuele di Marco
26 Marzo 2018 | 18:00
Condividere questo articolo!
En relation