Giovani

Un'app sui temi della vita

Un giorno questa vita passerà. La nostra come quella di chi amiamo. Ma come vivere prendendo le decisioni giuste? Alcune testimonianze in merito a questi e ad altri interrogativi sono state raccolte in «Keys to bioethics», un manuale virtuale, un’app di bioetica gratuita per giovani, realizzato dal Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, in collaborazione con la Fondazione Jérôme Lejeune di Parigi. Con questa ogni ragazzo e ragazza potrà scoprire argomenti e informazioni per rispondere a domande come: l’embrione è solo un grumo di cellule? Chi giudica il valore di una vita? Cosa sono i metodi naturali?

La app è stata presentata durante la GMG di Panama, proprio perché’ sono i giovani i destinatari principali di questa applicazione che ha lo scopo di fornire informazioni, spiegazioni scientifiche e il magistero della Chiesa su temi complessi e di difficile comprensione per i non addetti ai lavori. Nella app si trovano informazioni scientifiche, riflessioni etiche, testimonianze e l’insegnamento della Chiesa in merito. L’app è disponibile in italiano, spagnolo e inglese, sia per iOs che per Android.

’’E’ la prima volta che viene creata un’App di bioetica’’ ha detto Gabriella Gambino, vice Direttore del Dicastero, ’’necessaria, perché’ oggi la scienza rende possibili molte cose ma, di fronte a queste sfide, non tutto è lecito’’. L’idea di creare una app su temi di bioetica è nata a partire da un precedente manuale in formato cartaceo, che la Fondazione Jérôme Lejeune aveva realizzato in occasione della GMG di Rio de Janeiro nel 2013 in varie edizioni e che aveva distribuito ai giovani negli zainetti. «Religione e scienza, verità e conoscenza non sono in contraddizione», riporta l’App nella sua presentazione. «Keys to bioethics», vuole essere uno strumento per sollecitare nei ragazzi il loro desiderio di verità: l’inizio di un lavoro che poi starà agli adulti proseguire e approfondire con loro a catechismo, a scuola, in famiglia o in comunità.

ACI Stampa

28 Gennaio 2019 | 11:29
app (12), bioetica (9), vita (34)
Condividere questo articolo!