Svizzera

Un nuovo segretario generale per il Consiglio ecumenico delle Chiese con sede a Ginevra

Il Consiglio ecumenico delle Chiese (COE), con sede a Ginevra, ha designato due candidati per succedere a Olav Fykse Tveit, segretario generale uscente. Il pastore luterano norvegese lascerà la sua posizione in aprile 2020.

I due candidati sono l’indiano-britannica Elizabeth Joy, attualmente a capo di «Churches Together in England» e membro della Chiesa siro-malachese, e il reverendo sud-africano Jerry Pillay, storcio della Chiesa all’Università di Pretoria e membro della Chiesa presbiteriana in Sud Africa. Il Comitato centrale del COE dovrà fare la sua scelta tra il 18 e il 24 marzo 2020, a Ginevra.

Il Consiglio ecumenico delle Chiese, fondato nel 1948, conta 350 membri di quasi tutte le tradizioni cristiane, perlopiù protestanti, che rappresentano 500 milioni di credenti. La Chiesa cattolica non vi fa parte ma vi collabora regolarmente. Papa Francesco ha effettuato una visita alla sua sede a Ginevra il 21 giugno 2018.

cath.ch/red

4 Novembre 2019 | 14:12
Condividere questo articolo!