Svizzera

Un anno dopo la visita del Papa in Svizzera: la generosità dei fedeli ha coperto tutti i costi

In una lettera appena resa nota, la diocesi di Losanna-Ginevra-Friborgo indica che i costi della messa di Papa Francesco a Ginevra il 21 giugno 2018 sono stati azzerati grazie alla generosità dei fedeli. Lo conferma l’economo Jean-Baptiste Henry de Desbach.

Alla fine del 2018, mancavano ancora circa 60’000 franchi su un totale di 1,97 milioni. Molte delle donazioni sono arrivate proprio nel mese di giugno 2019. I costi erano così elevati a causa delle misure di sicurezza messe in atto.

La provenienza delle donazioni

Circa 800’000 franchi provengono da donazioni personali, 2’500 donatori hanno versato dai 5 ai 50’000 franchi. 70’000 franchi, invece, sono stati raccolti direttamente durante la messa; la vendita di souvenirs ha permesso la raccolta di 50’000 franchi.

Oltre le donazioni personali, 375’000 franchi provengono dalle parrocchie e dalle collette e 300’000 da comunità e istituzioni religiose.

La diocesi ha potuto usufruire anche di uno sconto dai fornitori dei paramenti liturgici e delle bottiglie di acqua per un totale di 140’000 franchi.

cath.ch/red

L'arrivo a Ginevra il 21 giugno 2018 di Papa Francesco.
12 Luglio 2019 | 12:59
Ginevra (32), PapaFrancesco (967), svizzera (333)
Condividere questo articolo!