Ticino

Testimonianza dal campo estivo CMSI a Genova

Ogni anno, in questo periodo, su iniziativa della Conferenza Missionaria della Svizzera italiana, partono dal Ticino dei volontari per prestare aiuto per qualche giorno ad una realtà in cui si avverte la necessità di aiuto. L’anno scorso sono dunque stati a Caltagirone, mentre quest’anno la città in cui i volontari danno il loro contributo è Genova. Da loro ci giunge questa testimonianza della prima settimana:

«Ci troviamo alla periferia di Genova, circondati da enormi palazzoni che raccontano migliaia di vite nascoste, che si svelano a poco a poco. La parola chiave di questa prima settimana di campo è disagio sociale. Girando per le strade e vivendo nei saloni parrocchiali, abbiamo incontrato decine di persone che trovano nelle tre suore presenti e in parrocchia un punto di riferimento e di sostegno.

Caffelatte compare ogni giorno per chiedere un tazzone di latte e qualche biscotto, la nostra cuoca N. è in fila al banco alimentare e ne incrociamo lo sguardo mentre le diamo il pacco, S. abita con i muri ricoperti di muffa e non può aprire le finestre a causa delle pantegane che gironzolano sul suo balcone, M. con la sua misera pensione mantiene i nipoti che non trovano lavoro, M. abita accanto a un uomo agli arresti domiciliari e a un giro di persone losco e poco chiaro, G. custodisce in casa tre frigoriferi, di cui solo uno funziona: non ha i soldi per depositarli in discarica, perciò li usa come armadi, A. vive in un appartamento che porta sui muri i segni di tutti gli inquilini precedenti, e praticamente non ha mobili. Nonostante ciò, insiste per offrirci un trancio di pizza al supermercato.

Ci siamo inseriti in diversi progetti: corso di cucito, raccolta e distribuzione alimentare, mensa, visite a domicilio, spazio Zero (adolescenti), Amici della costa (animazione anziani), manutenzione casa delle suore. Abbiamo in programma una colonia diurna per gli anziani, che prevede pure alcune gite nei dintorni e pranzi comunitari. Siamo stati accolti a braccia aperte e i volontari locali fanno di tutto per farci sentire a casa: hanno portato Michele ad arrampicare, ci hanno messo a disposizione un pc per guardare le partite della Svizzera, ci hanno portati a visitare Genova e il Santuario della Guardia. Tutta questa generosità ci sprona a fare del nostro meglio per poter restituire almeno in parte la Bellezza che riceviamo«.

I volontari partiti dal Ticino lo scorso anno per un campo estivo missionario a Genova.
12 Luglio 2018 | 13:00
campoestivo (1), cmsi (14), genova (7)
Condividere questo articolo!