Ticino

Storie ticinesi: Marietta Crivelli – Torricelli, la mamma dei poveri

Chiara Gerosa nella rubrica video un testimone al giorno ci presente la «leonessa del Ticino», la «madre dei soldati», la «mamma dei poveri»: Marietta Crivelli-Torricelli che nacque a Lugano il 24 giugno 1853. Frequentò la scuola primaria di Vimercate e il collegio Benssport di Lucerna. Rientrata a Lugano, nel 1876 sposò l’ingegner Beniamino Crivelli ed ebbero due figli, Carlo e Armida. Nel marzo 1880, Marietta rimase vedova. Da allora, dedicò la sua intera esistenza a beneficio dei più bisognosi tanto da essere soprannominata e nota in tutto il Cantone come la «Mamma dei poveri». Con il suo operato, diede inizio al modello filantropico di assistenza sociale basato sulla costituzione di comitati femminili impegnati nella ricerca di fondi. Nel 1928 fece parte del comitato d’onore della Schweizerische Austellung für Frauenarbeit (SAFFA) di Berna. Morì poche settimane dopo l’esposizione nazionale, il 3 ottobre 1928.

16 Maggio 2020 | 12:00
Condividere questo articolo!