Papa e Vaticano

Stati Uniti: le diverse reazioni alle parole del Papa

fonte: il sismografo e https://cruxnow.com/church-in-the-usa/2020/10/divided-reactions-in-us-as-pope-backs-same-sex-civil-unions/

I cattolici LGBTQ e i loro alleati negli Stati Uniti hanno accolto con favore l’approvazione di Papa Francesco per le unioni civili tra persone dello stesso sesso, mentre alcuni membri di spicco, tra cui un vescovo, hanno affermato che stava palesemente contraddicendo l’insegnamento della Chiesa.
Il vescovo Thomas Tobin di Providence, nel Rhode Island, è stato uno dei primi leader cattolici conservatori a criticare pubblicamente.
«La dichiarazione del Papa contraddice chiaramente quello che è stato l’insegnamento di lunga data della Chiesa sulle unioni tra persone dello stesso sesso», ha detto Tobin in una dichiarazione. «La Chiesa non può sostenere l’accettazione di relazioni oggettivamente immorali».

Al contrario, Francis DeBernardo del New Ways Ministry, che rappresenta i cattolici LGBTQ, ha salutato i commenti del Papa come un cambiamento «storico» per una Chiesa che ha un record di persecuzione dei gay.
«Non è un’esagerazione dire che con questa affermazione il papa non solo ha protetto le coppie e le famiglie LGBTQ, ma salverà anche molte vite LGBTQ», ha detto DeBernardo.

«Gli omosessuali hanno il diritto di stare in famiglia». Sono figli di Dio», dice Francesco nel film. Non si può cacciare qualcuno da una famiglia, né rendere la sua vita infelice per questo». Quello che dobbiamo avere è una legge di unione civile; in questo modo sono legalmente coperti».
Il commento è arrivato nell’ultimo giro di una campagna elettorale statunitense in cui sia il presidente Donald Trump che il candidato democratico Joe Biden hanno corteggiato avidamente gli elettori cattolici. Non è ancora chiaro se ciò possa avvantaggiare indirettamente Biden, il cui team ha pubblicato degli annunci pubblicitari che mettono in luce il suo cattolicesimo di una vita.
«Le parole di Papa Francesco metteranno in evidenza l’essenza inclusiva e accettante del cristianesimo che interessa a così tante persone», ha detto Guthrie Graves-Fitzsimmons, un collega dell’iniziativa di fede del centro di pensiero liberale per il progresso americano (Center for American Progress).
«Il modo in cui i cristiani conservatori … distorcono questo messaggio di amore e giustizia che Gesù ha proclamato» può avere un effetto alienante, ha detto.
Carolyn Woo, ex presidente dei Catholic Relief Services e co-presidente di Catholics for Biden, ha detto che l’enfasi di Francesco sulla «dignità delle persone», senza alcuna condizione, si allinea bene ai valori che i democratici sposano.
«Nel complesso la piattaforma democratica è: Dobbiamo aiutare la gente dove si trova. Dobbiamo proteggere i loro diritti, dobbiamo aiutarli a prosperare», ha detto, sottolineando l’importanza dei cattolici che usano «il giudizio prudenziale nel modo in cui onoriamo la vita».
Questo punto di vista ha poco peso, tuttavia, che i cattolici più conservatori hanno già una bassa opinione di Biden visto il suo sostegno ai diritti dell’aborto.
Un altro insegnamento limita l’istituzione del matrimonio a un uomo e a una donna – e questo rimane intatto a prescindere dalle osservazioni del Papa sulle unioni tra persone dello stesso sesso, ha detto Brian Burch, presidente del gruppo conservatore CatholicVote.
Papa Francesco «non ha la capacità di cambiare questo insegnamento sulla permanenza e l’esclusività del matrimonio», ha detto Burch, aggiungendo che non vede «una rilevanza esplosiva» nell’attuale clima politico statunitense.
«I cattolici che vivono in comunione con ciò che la Chiesa insegna capiscono che il matrimonio è scritto nella legge della natura», ha detto Burch. «Nulla può cambiare questo fatto».
In precedenza, quando era arcivescovo di Buenos Aires, Jorge Mario Bergoglio, Francesco aveva appoggiato le unioni civili per le coppie dello stesso sesso come alternativa al matrimonio, ma non si era mai espresso pubblicamente a favore di tali unioni nemmeno come papa.
Padre James Martin, un prete gesuita di spicco che ha sostenuto una maggiore inclusione degli LGBTQ nella Chiesa, ha definito le sue osservazioni importanti.
«In primo luogo, le dice come Papa, non come Arcivescovo di Buenos Aires», ha twittato Martin. «In secondo luogo, egli sta chiaramente sostenendo, non semplicemente tollerando, le unioni civili. Terzo, lo sta dicendo davanti a una telecamera, non in privato. Storico».
Ma padre Donald Paul Sullins, professore di sociologia conservatore all’Università Cattolica d’America, ha detto che «contraddicono direttamente il più recente insegnamento della Chiesa cattolica in materia».
Ha citato un documento vaticano del 2003, approvato da San Giovanni Paolo II, che dice: «La Chiesa insegna che il rispetto per le persone omosessuali non può portare in alcun modo all’approvazione del comportamento omosessuale o al riconoscimento legale delle unioni omosessuali».
Tuttavia i sondaggi indicano che molti laici cattolici accettano i diritti della LGTBQ nonostante tali insegnamenti. Secondo un sondaggio di dicembre dell’Associated Press-NORC Center for Public Affairs Research, circa 6 cattolici su 10 hanno sostenuto le protezioni governative che impediscono la discriminazione delle persone LGBTQ nei luoghi di lavoro, nelle abitazioni e nelle scuole.

«Queste parole del Papa infiammeranno la destra cattolica… ma saranno un balsamo per la stragrande maggioranza dei cattolici e, oserei dire, per i pastori», ha detto David Gibson, direttore del Center on Religion and Culture della Fordham University. «Non vogliono impegnarsi in queste battaglie culturali, soprattutto perché i cattolici gay non sono astrazioni – sono nelle loro case, parte delle loro famiglie, e parte delle loro parrocchie».
Le osservazioni di Francesco sembrano essere in contrasto anche con alcune istituzioni cattoliche che proibiscono ai dipendenti di contrarre matrimoni tra persone dello stesso sesso.
Natalia Imperatori-Lee, docente di studi religiosi al Manhattan College, ha espresso la speranza che le osservazioni del Papa «spingano le istituzioni cattoliche a non licenziare più insegnanti, catechisti, ministri della musica e altri che fanno parte della comunità LGBTQ e sono parte vitale della comunità cattolica».
La più grande confessione protestante degli Stati Uniti, la Convenzione Battista del Sud, condivide l’opposizione ufficiale della Chiesa cattolica al matrimonio omosessuale e alle unioni civili, e molti dei suoi leader hanno criticato anche Francesco.
I commenti «rivelano un altro segno dell’incoscienza di questo papato e dimostrano l’indebolimento della verità, della dottrina e della logica morale della sua stessa chiesa», ha detto il Rev. Al Mohler, presidente del Seminario teologico battista del Sud.
«Data l’influenza di quella chiesa in tutto il mondo – ha continuato Mohler – essa indebolirà la testimonianza cristiana del matrimonio e della sessualità e del genere secondo la volontà di Dio e la Parola di Dio».

Per rispettare le distanze, papa Francesco ha rinunciato a salutare i fedeli da vicino.
23 Ottobre 2020 | 16:00
Papa (1147), stati uniti (6)
Condividere questo articolo!