Internazionale

Siria: ancora bombe sui civili. Khazen: attacchi minano gli accordi di pace

Nuova fiammata di violenze nel nord della Siria, dove ieri almeno 16 persone sono morte, tra cui otto bambini e sei donne, nel bombardamento che ha colpito il campo profughi di Qah, a nord di Idlib e a pochi chilometri dal confine con la Turchia. L’attacco è stato attribuito dall’esercito siriano con un missile terra-terra sparato da una base militare di Aleppo. Dal canto suo il governo di Damasco non conferma l’azione ma invece denuncia il lancio di missili da parte dei ribelli, presenti ad Idlib, verso quartieri periferici di Aleppo. L’agenzia siriana Sana riferisce dell’uccisione di cinque civili e il ferimento di 31 persone nella seconda città siriana. Altre fonti parlano di almeno sette morti.

Continua a leggere.

22 Novembre 2019 | 16:54
allarme (14), bambini (107), bombe (4), guerra (91), siria (172), unicef (29)
Condividere questo articolo!

En relation