Commento

Giocattoli sequestrati: attenzione ai prezzi troppo bassi

Quasi tremila giocattoli e pupazzi di pelouche pericolosi, a marchio europeo falsificato, che presentavano perdita di peli che se ingeriti dai bambini provocano rischi per la salute, sono stati sequestrati dai carabinieri Nas di Genova e funzionari antifrode della Dogana di La Spezia. Prodotti in Cina e destinati alla vendita in Italia per Natale, dal porto spezzino erano destinati ad un importatore forlinese, denunciato per falso ideologico, violazione del codice del consumo e normativa per la sicurezza. Al di là del fatto c’è fa riflettere come, causa crisi economica, si cerchi il risparmio a tutti i costi senza badare che low cost può significare illegalità, danni alla salute, merce prodotta sfruttando persone pagate pochi dollari e senza tutele umane e sociali. Ed è triste pensare che se esiste un tale mercato illecito di basso costo e prodotti persino a rischio, significa che ci sono genitori, amici e parenti di bambini disposti ad acquistarli. E allora «consigli per gli acquisti» natalizi sono di interrogarsi e mutare cultura in senso sociale, pensando cosa può esserci dietro a prezzi molto bassi.

(Dino Frambati / Radio Vaticana)

 

Oltre 90mila addobbi natalizi non conformi alla normativa sulla sicurezza sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza nel corso di una serie di controlli in negozi e magazzini in provincia di Varese. La maggior parte degli articoli posti sotto sequestro, tra cui giocattoli, luminarie e lampadine led, provenivano dalla Cina. I controlli, inoltre, hanno portato al sequestro di altri 20mila prodotti con marchi contraffatti all’aeroporto di Malpensa e a Luino. Cinque persone sono state denunciate per contraffazione e frode in commercio.

(GdP)

9 Dicembre 2016 | 11:34
giochi (4), natale (168)
Condividere questo articolo!