Il nunzio apostolico in Francia Luigi Ventura
Vaticano
Il nunzio apostolico in Francia Luigi Ventura

Santa Sede rinuncia a immunità giurisdizionale per nunzio Ventura

09.07.2019, 11:15 / RedCattKG

“Posso confermare che la Santa Sede rinuncia all’immunità giurisdizionale di cui gode il Nunzio apostolico in Francia, mons. Luigi Ventura, in virtù della Convenzione di Vienna del 18 aprile 1961 sulle relazioni diplomatiche, ai fini della procedura penale che lo riguarda”. Lo ha detto il direttore ad interim della Sala Stampa vaticana, Alessandro Gisotti, rispondendo ad alcune domande dei giornalisti. “Si tratta – ha proseguito – di un gesto straordinario che conferma la volontà del Nunzio, espressa fin dall’inizio della vicenda, di collaborare pienamente e spontaneamente con le autorità giudiziarie francesi, competenti per il caso”. Gisotti spiega anche che “la Santa Sede ha atteso, per assumere questa decisione, la conclusione della fase preliminare del procedimento – comunicatale a fine giugno – a cui mons. Ventura ha liberamente partecipato. La decisione della Santa Sede è stata comunicata ufficialmente alle autorità francesi la settimana scorsa”. In Francia l’inchiesta contro il 74enne Ventura è stata avviata dopo che due uomini avevano denunciato molestie sessuali da parte del monsignore che ha respinto ogni accusa.

(Vatican News)

Nomine nei media vaticani: Matteo Bruni direttore della Sala Stampa

18.07.2019

Matteo Bruni è stato nominato dal Papa direttore della Sala Stampa vaticana. Alessandro Gisotti e Sergio Centofanti sono stati nominati vicedirettori della Direzione Editoriale del Dicastero per la Comunicazione.

Caso Orlandi: il legale della famiglia: "le due tombe nel cimitero teutonico erano vuote"

11.07.2019

Prime indiscrezioni dopo l'apertura dei due sepolcri in Vaticano dove, secondo una lettera anonima, si sarebbero potuti trovare i resti della ragazza romana scomparsa 36 anni fa. Le tombe, appartenenti a due nobili tedesche dell'800, secondo la legale del fratello della Orlandi, all'apertura sono state trovate "vuote".

Emanuela Orlandi, ricordata durante un momento di preghiera

Caso Orlandi: iniziata questa mattina l'apertura in Vaticano di due tombe

11.07.2019

Sono iniziate alle 8.15 di stamane nel cimitero teutonico in Vaticano le operazioni di apertura di due tombe di due donne nobili germaniche dentro le quali, secondo una lettera anonima, potrebbero celarsi anche i resti della ragazza quindicenne, figlia di un dipendente del Vaticano, scomparsa ben 36 anni fa. Il perito forense, dottor Artusi, sta procedendo già in queste ore alle indagini del caso sui resti contenuti in questi sepolcri.