Papa e Vaticano

Santa Messa di Papa Francesco a Bari con i Vescovi del Mediterraneo

Dalla Basilica di San Nicola, Papa Francesco percorre in papamobile il lungo Corso Vittorio Emanuele II in fondo al quale è allestito il palco con l’altare per la celebrazione eucaristica che conclude la sua visita alla città di Bari. L’accoglienza è calorosa. Tra i presenti alla Messa, oltre alle autorità locali, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

La liturgia odierna presenta il brano tratto dal Vangelo di Matteo in cui Gesù esorta i suoi ad un amore senza misura, un amore che comprende anche i nemici. Nell’omelia, Francesco ricorda che l’antica legge di Mosè prevedeva l’occhio per occhio, dente per dente, e che questo era già un progresso perché poneva un limite alla vendetta, ma Gesù porta un’altra legge e dice di non opporsi al malvagio e di rinunciare alla violenza. Il Papa afferma:

Possiamo pensare che l’insegnamento di Gesù persegua una strategia: alla fine il malvagio desisterà. Ma non è questo il motivo per cui Gesù chiede di amare anche chi ci fa del male. Qual è la ragione? Che il Padre, nostro Padre, ama sempre tutti, anche se non è ricambiato. Egli ‘fa sorgere il suo sole sui cattivi e sui buoni, e fa piovere sui giusti e sugli ingiusti’.

Continua a leggere su VaticanNews.

23 Febbraio 2020 | 12:37
Bari (17), mediterrano (1), Santa Messa (16), vescovo (92)
Condividere questo articolo!