Papa e Vaticano

San Pietro: quest'anno il Presepe è di sabbia

Venerdì 7 dicembre, in Piazza San Pietro, sarà inaugurato il presepe e acceso l’albero di Natale che quest’anno proviene dalla «Foresta del Cansiglio» ed è donato dalla diocesi di Concordia-Pordenone.

Un abete rosso a basso impatto ambientale

L’albero di Natale è un abete rosso, alto circa 21 metri, con diametro di 50 centimetri e una circonferenza massima di circa 10 metri alla base. Il taglio verrà effettuato dal Corpo forestale locale di Pordenone. L’addobbo e l’illuminazione saranno curati dalla Direzione dei servizi tecnici del Governatorato in collaborazione con la ditta Osram, che offrirà un sistema di illuminazione decorativa ad alta resa cromatica, di ultima generazione, volto a limitare l’impatto ambientale e il consumo energetico.

Il presepe di Jesolo

La natività sarà espressione dell’antica tradizione di sculture di sabbia jesolana originaria delle Dolomiti. Il presepe verrà costruito su una superficie di circa 25 metri quadrati e costituita da un bassorilievo di 16 metri di lunghezza, 5 di altezza e 6 di profondità.

Minimal, artistico, decisamente fuori dall’ordinario. Stavolta il Vaticano ha scelto la sabbia, un materiale povero, anzi poverissimo a simboleggiare qualcosa che il tempo non può trasformare, né tantomeno consumare proprio come indica il Vangelo di Matteo, in quel passaggio in cui fa riferimento alla stabilità della casa se non poggia sulla roccia.

Sia il presepe che l’albero rimarranno esposti fino alla conclusione del tempo di Natale, che coincide con la festa del Battesimo del Signore, il 13 gennaio 2019.

31 Ottobre 2018 | 06:10
natale (168), presepe (26), sabbia (3)
Condividere questo articolo!