Svizzera

Sacrificio Quaresimale: clima, diritti umani e donne impegnate

Nel 2019 Sacrificio Quaresimale ha potuto raggiungere direttamente oltre 620’000 persone in Africa, America Latina e Asia. Ciò significa migliori condizioni di vita, meno fame e maggior rispetto dei diritti umani per 2,7 milioni di persone in ben 14 paesi. Il 2019 si è inoltre concluso in modo soddisfacente anche dal punto di vista finanziario: il direttore Bernd Nilles può presentare un bilancio che chiude in pareggio.

Il 2019 dal punto di vista finanziario si è concluso in modo molto soddisfacente per Sacrificio
Quaresimale: l’esercizio si è infatti chiuso in pareggio. Questo non sarebbe stato possibile senza il
sostegno delle persone che di anno in anno rinnovano la loro fiducia nei confronti di Sacrificio Quaresimale. Nonostante le circostanze attuali assai difficili, il direttore Bernd Nilles è ottimista: «Il buon risultato finanziario conseguito nel 2019 ci permette di guardare con fiducia al difficile anno in corso, segnato dalla pandemia di coronavirus, perché nonostante questa emergenza possiamo continuare a garantire una cooperazione allo sviluppo efficiente ed efficace».
Come specifica l’organizzazione in un comunicato, «la stretta collaborazione con le nostre organizzazioni partner al Sud è coronata dal successo. La valutazione intermedia della nostra strategia ha dimostrato come i progetti di Sacrificio Quaresimale raggiungano i gruppi target previsti».
Anche in Svizzera Sacrificio Quaresimale collabora in modo strategico e «nel 2019 abbiamo fondato l’alleanza SuFoSEC (Alliance for Sustainable Food Systems and Empowered Communities) insieme ad altre cinque organizzazioni. Il suo obiettivo è quello di garantire mezzi di sussistenza sostenibili, la sicurezza alimentare e l’empowerment delle comunità locali nel quadro dell’Agenda 2030. Anche il nostro impegno a sostegno dell’Iniziativa per multinazionali responsabili, ancora pendente in Parlamento, è promosso congiuntamente. Grazie alla piattaforma «Chiese per multinazionali responsabili» (in francese e tedesco) è inoltre stato possibile mobilitare ampi ambienti ecclesiali».

Appello alla protezione del clima lanciato ad alta quota

Nel 2019, l’impegno mondiale contro il cambiamento climatico è stato rafforzato dalla scesa in campo di milioni di scolari: questo tema esistenziale per l’umanità è così approdato nelle case di tutte le fasce d’età e classi sociali. Al contempo, in collaborazione con Pane per tutti, Sacrificio Quaresimale ha esteso il metodo delle «Conversazioni Carbonio», che sta suscitando grande interesse in tutta la Svizzera. Questo approccio, sviluppato in Inghilterra e già proposto nella Svizzera romanda dal 2018, aiuta i partecipanti ad adottare uno stile di vita a basse emissioni di gas a effetto serra e a ridurre la propria impronta ecologica. Inoltre, durante le settimane svizzere di mobilitazione a favore del clima, che si sono svolte poco prima delle elezioni parlamentari, Sacrificio Quaresimale è stato fra i principali organizzatori della nota cerimonia di commiato per il ghiacciaio del Pizol.

La Campagna ecumenica «Insieme con le donne impegnate del mondo – insieme per un mondo migliore» ha dato un volto a 50 donne protagoniste del cambiamento, che vivono e lavorano in 26 paesi del mondo, e ha mostrato ciò che le donne che collaborano con Sacrificio Quaresimale e Pane per tutti hanno ottenuto e il loro coraggio. Questo messaggio era legato al 50° anniversario della Campagna ecumenica della Quaresima, che è stata celebrata con manifestazioni pubbliche a Berna e a Lucerna. Ogni anno la Campagna ecumenica raggiunge oltre due milioni di persone in Svizzera.

Richiesta di intensificare la lotta alla povertà

Una buona occasione per rafforzare la cooperazione allo sviluppo e il lavoro di Sacrificio Quaresimale è stata offerta dalla procedura di consultazione del Consiglio federale sul nuovo Messaggio sulla cooperazione allo sviluppo. Insieme ad Alliance Sud, la cui presidenza a dicembre è stata assunta da Sacrificio Quaresimale, abbiamo contribuito attivamente al processo politico e al dibattito pubblico attraverso il lavoro di pubbliche relazioni, di mobilitazione e di advocacy. Ciò include anche la richiesta di una chiara attenzione alla riduzione della povertà, di destinare lo 0,7% del prodotto nazionale lordo agli aiuti allo sviluppo e il finanziamento di una politica climatica che non vada a scapito dei poveri.
Dal punto di vista finanziario, grazie a numerose donazioni, a un contributo stabile della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC), e a una gestione rigorosa e oculata, siamo riusciti a chiudere il bilancio in pareggio. I ricavi da donazioni e contributi (esclusa la DSC) ammontano a 15’361’184 franchi (15’685’116 franchi nel 2018). Insieme ai ricavi dai prodotti di operazioni di negoziazione e ai prodotti di prestazioni, il totale dei ricavi d’esercizio ammonta a 21’625’102 franchi (21›889›927 franchi nel 2018). Grazie al reddito immobiliare e finanziario, Sacrificio Quaresimale ha chiuso il bilancio in pareggio.

Online è disponibile:
il resoconto annuale 2019 di Sacrificio Quaresimale (in formato PDF)
il resoconto annuale 2019, versione multimediale (in tedesco e in francese)

Bernd Nilles, direttore di Sacrificio Quaresimale
3 Giugno 2020 | 11:00
Condividere questo articolo!