Svizzera

Sacrificio Quaresimale cambia nome dopo 60 anni: ora si chiama Azione Quaresimale

Dal 1° gennaio 2022 l’organizzazione di cooperazione internazionale Sacrificio Quaresimale ha cambiato denominazione, chiamandosi ora Azione Quaresimale, e ha rivisto la sua veste
grafica. Azione Quaresimale continua a impegnarsi per un mondo senza fame, riprendendo questo concetto nel nuovo marchio figurativo, che riporta anche l’appello: «Insieme porre
fine alla fame».

Il nuovo marchio figurativo di Azione Quaresimale evoca l’umanità in mezzo a un cerchio interrotto, che simbolizza l’imperfezione del mondo e richiama un impegno comune per maggiore giustizia. Oltre al marchio figurativo e al nome, il logo riporta anche l’appello: «Insieme porre fine alla fame». Questo impegno per il diritto al cibo, che persegue lo stesso obiettivo posto dall’Agenda 2030 dell’ONU, funge da orientamento e rivendicazione per i prossimi anni. Le basi sono state gettate: grazie a un eccellente programma di sviluppo ricco di contenuti, come dimostrato da diversi studi, e a un’immagine leggermente rinnovata che unisce tradizione e cambiamento, il nostro lavoro continua.

Rimanere fedeli alla tradizione

Azione Quaresimale fu fondata come Sacrificio Quaresimale negli anni 1960 dalle cattoliche e dai cattolici in Svizzera, come rappresentato dalla croce nel vecchio marchio figurativo. La nuova veste
grafica non nega queste radici, ma rende comunque l’organizzazione di cooperazione internazionale accessibile anche a persone che non sono vicine alla Chiesa: questo equilibrio tra
tradizione e cambiamento viene raggiunto con un rinnovamento leggero. Il nuovo nome dell’organizzazione riprende quello usato finora per la lingua francese: Action de Carême.
Fastenopfer diventa così Fastenaktion e Sacrificio Quaresimale si chiama ora Azione Quaresimale.

Insieme porre fine alla fame

Azione Quaresimale si impegna al Nord e al Sud per un mondo più giusto affinché nessuno più patisca la fame e tutte e tutti possano vivere in piena dignità. Lavoriamo in 14 paesi in Africa, Asia
e America Latina in collaborazione con organizzazioni locali. Oltre all’attività sul posto, ci impegniamo in Svizzera e in tutto il mondo per promuovere strutture corrette, come ad esempio
negli accordi commerciali ed economici.

Maggiori informazioni nella rivista Sguardi

4 Gennaio 2022 | 11:14
Condividere questo articolo!