Ticino

Presto a Locarno un centro di accoglienza

Anche Locarno avrà la sua casa di prima accoglienza: stanno infatti prendendo avvio i lavori per la realizzazione di «Casa Martini», un Centro di prima accoglienza per residenti in difficoltà. Come riportano i siti locali, il progetto, che verrà realizzato nello stabile di via Vallemaggia (zona in Selva) acquistato nel 2015 dalla Società di mutuo soccorso maschile, è stato presentato oggi dal presidente della stessa società, Marco Pelosi, e dall’architetto che ha disegnato gli spazi e che dirigerà il cantiere, Aldo Cacchioli.
«Sarà un luogo di accoglienza sia diurna che notturna per le persone in difficoltà, residenti nel Locarnese – ha specificato Pelosi – Sarà tuttavia agibile anche a quelle persone in transito in città, che hanno bisogno di consumare un pasto caldo, di fare una doccia, di lavarsi la biancheria o di ricevre abiti. Nei due piani superiori dello stabile è previsto l’allestimento di una ventina di posti letto per situazioni d’emergenza, come sfratti, allontanamenti volontari o coatti dal proprio domicilio, rimpatri d’urgenza e altre situazioni difficili».
La gestione della struttura verrà affidata a Fra Martino Dotta (in foto), già conosciuto in tutto il Ticino per la sua attività solidale e caritativa. In «Casa Martini» vi lavoreranno sia operatori sociali e personale di cucina stipendiati, sia volontari per garantire al meglio l’offerta dei servizi di prima accoglienza: chiunque in questo modo potrà dare il proprio contributo per il bene della città. Saranno pure previsti spazi per gruppi esterni, che potranno organizzare riunioni o momenti formativi e consumare il pranzo o la cena. Con i lavori di ristrutturazione verrà anche creato un modulo abitativo semi-indipendente (due stanze da letto, servizi igienici e angolo cucina), destinato a nuclei familiari in situazioni di disagio sociale.

24 Gennaio 2019 | 19:47
Condividere questo articolo!