Papa e Vaticano

@Pontifex compie 5 anni. Oltre 40 milioni di follower. Becciu: Francesco missionario nei social

Compie oggi 5 anni l’account Twitter in 9 lingue @Pontifex, che un mese fa ha superato i 40 milioni di follower (di cui 4,67 milioni sull’account in italiano). Il 12 dicembre 2012, Benedetto XVI pubblicava infatti il suo primo tweet. «Era un pochino impacciato, tergiversante nel premere i tasti del tablet. Però, nello stesso tempo, lo vidi gioioso: gioioso di potersi mettere in dialogo con i cibernauti, di far parte della nuova onda dei comunicatori moderni, per cui ho un bel ricordo. E mi pare che i risultati diano ragione a quella scelta tempestiva: 40 milioni di follower su Twitter, e cinque milioni su Instagram. Quale mezzo migliore per poter arrivare a tanta gente e diffondere la Parola di Dio!», commenta il sostituto della Segreteria di Stato in un’intervista alla Radio Vaticana. E Papa Francesco che con l’elezione del 13 marzo 2013 è subentrato anche nella titolarietà dell’account @Pontifex, spiega l’arcivescovo Becciu, anche se con il pc non ci «gioca», cioè, «non è familiare con queste nuove tecnologie, è interessato, vuole vedere, essere aggiornato, lo strumento lo legge!». Quale significato dare a ciò? «Io penso – risponde Becciu – che il Papa sia cosciente di essere l’evangelizzatore, il primo missionario nel mondo. E quindi per lui tutti gli strumenti vanno bene: gli strumenti che possono portare la sua parola evangelizzatrice. Come dicevo prima, questo oggi è uno strumento quasi indispensabile, unico: non può farne a meno. Con gioia vedo che legge i tweet che deve pubblicare e li approva con grande entusiasmo». «Mi pare – sottolinea il sostituto della Segreteria di Stato – che lo stesso Papa Francesco abbia dato dei consigli su come utilizzare questi strumenti. Anzitutto di non abusarne: alla Messa, non usarli! E ha fatto anche a noi preti, vescovi, il richiamo che non possiamo abusare di questi strumenti. Però, nello stesso tempo, dobbiamo avere il coraggio e la saggezza nel saperli utilizzare. Il coraggio perché è una novità e quindi bisogna sapersi buttare in queste novità. E poi la saggezza: come ogni strumento, va usato nella misura giusta. Vediamo che molti ne fanno un utilizzo,nefasto, di offese, luogo di discussioni molte volte offensive. E invece per noi – chiarisce uil presule sardo – deve essere lo strumento che aiuta a comunicare con gli altri. E la comunicazione deve aiutare a crescere nello spirito, nella cultura, nell’approccio verso gli altri».

«Ogni giorno, attraverso i suoi tweet, Papa Francesco – afferma da parte sua il prefetto don Dario Edoardo Viganò – si fa prossimo all’uomo anche nei social media, a volte offrendo un pensiero spirituale, ricordando la figura del santo del giorno, altre volte ancora condividendo con i suoi follower una riflessione su eventi di grande significato per la comunità internazionale».

L’interesse nei confronti della parola del Papa su Twitter non ha conosciuto flessioni in questi anni. Anzi, negli ultimi 12 mesi, i follower sono cresciuti di più di 9 milioni, dimostrando la costante attenzione della gente – persone comuni, cristiane e non, leader politici ed esponenti della cultura – per i tweet del Pontefice. La presenza in prima persona sui social media di Papa Francesco è accompagnata da numerosi pronunciamenti sulla missione dei cristiani nel «Continente digitale». In occasione del suo primo Messaggio per la Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, pubblicato il 24 gennaio 2014, Papa Bergoglio affermava che «la rete digitale può essereun luogo ricco di umanità, non una rete di fili ma di persone umane (…) Il coinvolgimento personale è la radice stessa dell’affidabilità di un comunicatore. Proprio per questo la testimonianza cristiana, grazie alla rete, può raggiungere le periferie esistenziali».

Oltre ai 40 milioni di follower su Twitter, Papa Francesco è ormai prossimo a raggiungere i 5 milioni di follower (già superati i 4,9 milioni) su Instagram, il canale social di immagini. L’account @Franciscus è stato inaugurato il 19 marzo 2015 con questo messaggio: «Inizio un nuovo cammino per percorrere con voi la via della misericordia e della tenerezza di Dio». La fascia di età che segue maggiormente il Papa su Instagram è 25-34 anni, i Paesi dove è più seguito: Brasile e Stati Uniti.

FaroDiRoma

13 Dicembre 2017 | 07:20
account (1), follower (5), Papa (1111), twitter (7)
Condividere questo articolo!