dal Mondo

PERÙ: formazione continua per catechisti in un'enorme parrocchia nel mezzo della giungla

09.01.2018, 18:20 / redazionecatt

In Perù, i catechisti svolgono un ruolo importante nella vita della Chiesa, perché il sacerdote non può raggiungere ogni villaggio con la frequenza necessaria per prendersi cura della vita spirituale dei fedeli. Nella parrocchia di Santa Clara, in Nanay, la formazione dei catechisti è stato migliorato grazie anche all’aiuto dei nostri benefattori. Ogni mese c’è un incontro di tutti i catechisti durante i quali si svolgono workshop e varie sessioni di formazione, per condividere le loro esperienze.

Padre Jacek Zygala scrive: “È ancora troppo presto per parlare dei frutti del nostro lavoro. Seminiamo, ed è Dio che dà i frutti. Ma siamo molto felici di essere in grado di realizzare questo progetto di formazione continua. Senza il sostegno finanziario che abbiamo ricevuto dai benefattori di Aiuto alla Chiesa che Soffre, il nostro lavoro missionario sarebbe impossibile. Possa Dio benedire tutti coloro che hanno aiutato!”.

Aiuto alla Chiesa che Soffre ha promesso 5.600 euro. Vuoi sostenere anche tu questo progetto? Clicca qui.

Amazzonia, card. Barreto: come Chiesa vogliamo vivere una cultura dell’incontro

19.07.2019

Il cardinale Barreto sul Sinodo per l’Amazzonia: “può essere un segno importante della risposta efficace per la promozione della giustizia e la difesa della dignità delle persone”.

Usa: dure proteste contro la politica migratoria del governo

19.07.2019

Ieri, come si legge in un articolo del Sir, a Washington una manifestazione organizzata dal Centro Colomban per la difesa e la sensibilizzazione, dalla Conferenza dei superiori maggiori maschili, dalla Conferenza dei Gesuiti di Canada e Usa, dalla Conferenza delle religiose degli Stati Uniti, da Pax Christi Usa e altri, per protestare contro le politiche di immigrazione messe in atto alla frontiera, in particolare nei confronti dei bambini.

Leader musulmani ribadiscono l’adesione al Documento sulla Fratellanza

18.07.2019

A quasi sei mesi dalla firma ad Abu Dhabi del Documento sulla Fratellanza Umana, sottoscritto da Papa Francesco e dal Grande Imam di Al-Azhar Ahmad Al-Tayyeb, 22 leader e intellettuali musulmani sunniti, sciiti e sufi hanno firmato un testo di 15 pagine per ribadire il loro sostegno al Documento.