Ticino

Pastorale Giovanile: «Alzati! Ti costituisco testimone di quel che hai visto!»

Il tema scelto è stato voluto da Papa Francesco per tutti i giovani del mondo, in preparazione alla GMG di Lisbona del 2023 è «Alzati! Ti costituisco testimone di quel che hai visto!». «C’è sempre interesse nell’ascoltare qualcuno che ti racconta la sua vita, la sua esperienza. Il libro degli Atti degli Apostoli racconta, attraverso vicende, aneddoti e storie di vita, la storia della prima Chiesa, la prima comunità cristiana. Il Papa, nella sua lettera ai giovani, prodotto del sinodo dei vescovi sui giovani, dà del tu ai ragazzi ed elenca tutta una serie di testimoni, antichi e recenti, mettendo in risalto la santità di vita che affascina ed interessa ancora oggi», spiega don Rolando Leo, assistente della Pastorale giovanile della Diocesi di Lugano. «Inoltre Francesco insiste su una vita condivisa, su esperienze di gruppo fra giovani di varie culture ed estrazioni. C’è una grande bisogno di crescere assieme, di farsi compagnia».

Il vescovo Valerio, sabato 25 settembre, incontra i giovani

Il percorso di formazione per i giovani guidato dal vescovo Valerio e incentrato sulla Parola di Dio, da anni è una bella tradizione. «È ciò su cui, anche nella nostra piccola porzione di Chiesa, insistiamo nel limite del possibile, nonostante la pandemia. Gli incontri del sabato con il vescovo Valerio Lazzeri hanno proprio l’intento di suscitare questo desiderio di camminare assieme e di condividere l’esperienza di fede. L’anno scorso il tema è stato un po’ modificato alla luce della riflessione che mons. Valerio ha voluto condividere con la nostra commissione. Inizialmente le lettere ai Corinzi sembravano l’occasione per proporre un annuncio forte di fede. Poi però mons. Lazzeri, ascoltando le testimonianze dei partecipanti si è come reso conto che il rapporto vero e personale con Gesù Cristo risorto talvolta manca. È così che ha desiderato ritornare sulla lettura del Vangelo secondo Marco che in effetti offre l’opportunità di coltivare questo rapporto di intimità con il Signore. I giovani vi hanno aderito con entusiasmo anche se, a causa del periodo pandemico, i partecipanti agli incontri online è diminuito».

Il nuovo percorso riprenderà in presenza sabato mattina 25 settembre al collegio Pio XII di Lucino, con la modalità collaudata da tempo, ossia dalle 10.00 alle 13.00. Nella prima ora il vescovo espone una catechesi e dopo la pausa i giovani lavorano a gruppi per poi ritrovarsi verso mezzogiorno per una messa in comune, seguita da un conviviale pasto assieme.

La GMG diocesana il 20 novembre

Quest’anno la GMG diocesana, anticipata dal 2021 da papa Francesco alla Solennità di Cristo Re, si terrà a Mendrisio, sabato 20 novembre, nella chiesa di «Presenza sud». La serata inizierà alle 17.30 con il vescovo Valerio, seguirà una cena e poi alle 20.30 un momento che ricorderà i precedenti incontri mondiali attraverso video, foto e canti. Questo incontro ha l’obiettivo di avvicinare i più giovani che a causa della pandemia non hanno potuto vivere esperienze forti come le GMG mondiali per poi invitarli alla Giornata mondiale della gioventù di Lisbona nel 2023. Al termine, i ragazzi saranno invitati a partecipare alle loro celebrazioni in parrocchia, la domenica mattina, ognuno là dove vive.

Gli altri appuntamenti comuni saranno la Veglia di Natale, che non sarà più in preparazione all’Avvento ma al Natale vero e proprio; il ritiro con il vescovo Lazzeri a marzo; la Via Crucis nel Bellinzonese in Quaresima (anche qui si tratta di un nuovo appuntamento); la giornata delle vocazioni l’8 maggio e il raduno sul Monte Tamaro per ragazzi e famiglie (quest’ultimo evento sarà vissuto in collaborazione con la Pastorale Familiare).

Monte Tamaro: Santa Messa, evento di chiusura della Pastorale Giovanile. Nella foto, un momento della Santa Messa sul Monte Tamaro presieduta dal Monsignor Vescovo Lazzeri per la chiusura della Pastorale Giovanile. © Ti-Press / Samuel Golay
15 Settembre 2021 | 11:24
Condividere questo articolo!

En relation