Il Papa prega per le vittime dell’attentato di Barcellona

Papa Francesco si unisce al dolore generale per l’attentato terroristico che ieri pomeriggio ha sconvolto Barcellona. In un telegramma diffuso dal portavoce vaticano Greg Burke, il Pontefice dice di aver appreso con «grave preoccupazione» quanto avvenuto lungo la Rambla de Canaletes, a due passi da Plaça de Catalunya, nel centro della città spagnola, dove intorno alle 17 un furgone bianco è piombato a gran velocità su una folla di decine di cittadini e turisti lì presenti uccidendo e ferendo diversi di loro e andandosi a schiantare contro un chiosco vicino al mercato della Boqueria.

 

Papa Bergoglio, si legge nella nota vaticana, «prega per le vittime di questo attentato e desidera esprimere la sua vicinanza a tutto il popolo spagnolo, in particolare ai feriti ed alle famiglie delle vittime». Gli ultimi bilanci parlano di 13 persone rimaste uccise e oltre un centinaio di feriti in modo anche grave, tra cui alcuni bambini. L’attentato è stato rivendicato dallo Stato Islamico.

 

Mentre il premier Rajoy ha annunciato tre giorni di lutto nazionale, una ferma condanna dell’attentato giunge dalla Conferenza episcopale spagnola che si schiera a fianco della società e delle forze di polizia, pregando per le famiglie delle vittime. In una nota della segreteria generale i presuli affermano: «Di fronte a questo fatto tragico ed esecrabile, la Conferenza episcopale spagnola vuole anzitutto mostrare la propria vicinanza e preghiera a tutte le vittime e alle loro famiglie. Vogliamo inoltre esprimere anche il nostro sostegno a tutta la società che viene attaccata con queste azioni, questa volta i cittadini di Barcellona, e alle forze di sicurezza».

 

Allo stesso tempo – proseguono i vescovi nel testo diffuso dal Sir – «condanniamo ogni dimostrazione di terrorismo, pratica intrinsecamente perversa, del tutto incompatibile con una visione morale della vita, giusta e ragionevole. Non solo lede seriamente il diritto alla vita e alla libertà, ma è dimostrazione della più dura intolleranza e totalitarismo». «Chiediamo a tutti i credenti – è l’appello dei pastori spagnoli – di elevare preghiere a Dio affinché conceda il riposo eterno ai defunti, ristabilisca la salute delle altre vittime, dia consolazione alle famiglie e colmi di pace il cuore delle persone di buona volontà» e affinché «mai più si ripetano queste spregevoli azioni».

Salvatore Cernunzio – VaticanInsider

18 Agosto 2017 | 12:00
attentato (22), Barcellona (9), preghiera (269)
Condividere questo articolo!