Internazionale

Palestina: estesa la chiusura di tutti i luoghi di culto

Non più solo parrocchie, chiese, cappelle, case religiose e qualsiasi altro luogo di culto di Betlemme, Beit Jala, Beit Sahour e Gerico dovranno restare chiusi. Il Patriarcato Latino di Gerusalemme ha disposto che venga applicato in tutta la Palestina il provvedimento in ottemperanza al decreto del ministero della salute palestinese, che ha stabilito la chiusura di scuole, moschee e chiese per 14 giorni, al fine di ridurre il più possibile il contagio del corona virus. Lo spiega l’amministratore apostolico, monsignor Pierbattista Pizzaballa, che invita «le comunità di tutta la diocesi, in Giordania, Palestina, Israele e Cipro ad unirsi in preghiera solidale», anche in seguito allo stato di emergenza dichiarato in tutto il Paese dal presidente Abou Mazen.

Leggi tutto.

Basilica dell'Annunciazione, Nazareth.
9 Marzo 2020 | 10:21
Condividere questo articolo!