Giovani

«Ogni centesimo conta». Ultimo giorno per l'iniziativa 2018 di Catena della solidarietà e RSI in favore dei minori

L’operazione solidale Ogni centesimo conta
Ogni centesimo conta è l’operazione di fine anno organizzata dalla Catena della Solidarietà e dalla Radiotelevisione Svizzera (RSI) per raccogliere fondi per le persone in difficoltà in Svizzera. Le donazioni raccolte in occasione dell’edizione 2018 saranno destinate a progetti a favore dei bambini vittime di negligenza, maltrattamenti e abusi in famiglia.

Dal 15 dicembre, i quattro animatori di Rete Uno Julie Arlin, Lara Montagna, Fabrizio Casati e Alessandro Bertoglio stanno animando Piazza del Sole a Bellinzona per una settimana di diretta fuori dal comune. Varie attività, concerti e interviste con personalità svizzere incitano il pubblico a partecipare, ad esempio organizzando collette personali o richiedendo brani musicali. Dietro le quinte, numerosi volontari sono impegnati a rispondere alle chiamate dei donatori.

Chi sono i minori vittime di violenza in Svizzera?
Anche in Svizzera alcuni minori subiscono maltrattamenti. Sono situazioni spesso invisibili, che interferiscono con lo sviluppo del bambino, lo isolano e non gli consentono di avere fiducia in sé stesso né nel futuro.
Le organizzazioni svizzere di protezione dell’infanzia registrano ogni anno da 30’000 a 50’000 bambini bisognosi di aiuto e sostegno perché testimoni o vittime di violenza fisica oppure psicologica, di negligenza o di abusi sessuali.
Per allontanarsi velocemente da un contesto familiare impregnato di violenza, sviluppare un legame madre-bambino minacciato da situazioni difficili, attuare un progetto di vita a lungo termine o trovare un alloggio d’emergenza, alcuni minori – soli o con i genitori – sono costretti a rivolgersi a strutture specializzate.

Impiego delle donazioni
I bambini hanno diritto alla protezione, all’istruzione e al gioco.
Ogni Centesimo Conta mira a sostenere progetti a favore di minori ospitati in foyer o in strutture di accoglienza per genitori e figli momentaneamente confrontati a una situazione di fragilità (difficoltà familiari, violenze coniugali, sfruttamento sul posto di lavoro, traffico di esseri umani, mancanza di un alloggio ecc.), o a favore di bambini soli in strutture di accoglienza d’emergenza e valutazione della situazione.

Non puoi recarti direttamente in Piazza del Sole a Belinzona? Fai la tua donazione dal sito internet della Catena!

21 Dicembre 2018 | 11:00
Condividere questo articolo!