Chiesa

Oggi la Chiesa fa memoria dei Santi Innocenti

28.12.2018, 14:57 / redazionecatt

Oggi, secondo il calendario liturgico cattolico, è la festa dei santi Innocenti martiri, i bambini che a Betlemme di Giuda furono uccisi dall’empio re Erode, perché insieme ad essi morisse il bambino Gesù che i Magi avevano adorato; essi sono onorati come martiri fin dai primi secoli del cristianesimo.

Riportiamo una riflessione di don Marino Neri:

Per imitare dunque i santi Innocenti, che per primi, a loro volta, hanno imitato Cristo, preannunciandone la Morte, noi, che così innocenti non siamo, necessitiamo di rinnovata infusione di Grazia che rinnovi, “ri-crei” le nostre anime nell’unione costante al Signore Gesù: siano i Sacramenti le medicine contro le nostre malattie spirituali; sia la preghiera il farmaco contro la fiacchezza interiore; sia quindi la carità ardente l’arma con cui combattere lo spirito del mondo e rendere così testimonianza a Cristo, Re dei re. I santi Innocenti, senza parlare, hanno confessato Cristo con la vita: a noi sta di usare ogni nostra facoltà per andare nella medesima direzione. Se oggi sempre più aspra sembra la battaglia contro il Regno di Cristo, lasciamo risuonare in noi le parole che Gesù ha consegnato agli apostoli prima di ascendere al cielo: «Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo» (Mt 28, 20).

Nathalie Bécquart Xavière, già direttrice del Servizio nazionale della Conferenza episcopale francese per l’evangelizzazione dei giovani e per le vocazioni

Papa Francesco: per la prima volta nomina quattro donne consultori della Segreteria generale del Sinodo dei vescovi

25.05.2019

Per la prima volta, per volere di Papa Francesco, la Segreteria generale del Sinodo dei vescovi si avvarrà del contributo di quattro donne: tre suore e una laica.

Via libera di papa Francesco alla nuova traduzione del Messale

24.05.2019

Era il novembre del 2018 quando l’Assemblea della Conferenza Episcopale Italiana, alla quale la nostra Diocesi di Lugano si riferisce per i testi liturgici di lingua italiana, accoglieva la nuova versione che, prima di essere definita “ufficiale”, necessitava però di essere approvata dalla Santa Sede. Ora il testo italiano è passato al vaglio della Congregazione per il culto divino e la disciplina dei Sacramenti per la necessaria confirmatio e ha ricevuto la definitiva conferma da Papa Francesco.

Social media: strumenti per costruire e dare voce a chi non ha voce

23.05.2019

Convegno promosso dal Dicastero per la Comunicazione della Santa Sede sul tema “Dalle social network communities alla comunità umana. Le nostre esperienze”.