Internazionale

Nuova ricerca internazionale denuncia: sempre più armi verso il Medio Oriente

Le vendite di armi verso il Medio Oriente sono salite in modo esponenziale negli ultimi cinque anni. Lo denuncia un rapporto pubblicato oggi dall’Istituto internazionale di ricerca sulla pace, Sipri, che parla di un aumento delle vendite a livello mondiale del 5,5% nel periodo 2015 – 2019 e di una crescita delle importazioni nei Paesi mediorientali del 61%. Il mercato delle esportazioni è ancora dominato dagli Stati Uniti, davanti a Russia, Francia, Germania e Cina. «Stiamo purtroppo seguendo un trend in crescita, che è iniziato circa 20 anni fa, addirittura da prima dell’attacco alle Torri Gemelle nel 2001», spiega a Vatican News Maurizio Simoncelli, vicepresidente dell’Istituto di ricerche internazionali Archivio Disarmo. «Un incremento delle spese militari mondiali – aggiunge – è stato registrato già alla fine degli anni Novanta ed è andato crescendo costantemente dal 2000 in poi. Il dato nuovo – nota – è che in realtà questo è un settore che sta andando a gonfie vele nonostante la crisi economica internazionale che molti Paesi stanno vivendo».

Leggi tutto.

Più spesa nella sanità e meno nelle armi.
9 Marzo 2020 | 17:46
Condividere questo articolo!

En relation