Ticino

No alle antenne sui campanili: la lettera del vescovo Lazzeri alle parrocchie

In data 16 giugno 2021 il vescovo di Lugano, monsignor Valerio Lazzeri, ha diffuso una lettera ai consigli parrocchiali che concerne l’installazione di antenne per la telefonia mobile sui campanili delle chiese ticinesi.

Dopo un tempo di discernimento, la posizione espressa dal vescovo è il suggerimento alle parrocchie di declinare le richieste di installazione.

Di seguito il testo completo della lettera inviata alle parrocchie:

Gentili Signore e Signori,

Più volte in questi mesi, privatamente e pubblicamente, si è fatto riferimento all’autorità del Vescovo, al suo ruolo di difensore della sacralità dei simboli e dei luoghi che dovrebbero essere riservati alla dimensione spirituale, per coinvolgere anche la voce della Chiesa nell’attuale dibattito sulla posa di antenne per la telefonia mobile di nuova generazione sul nostro territorio. L’occasione è data dal fatto che i campanili di alcune nostre chiese parrocchiali offrono caratteristiche che sembrano particolarmente favorevoli all’installazione di questo tipo di tecnologia.

A questo proposito, è evidente che la Chiesa non ha gli strumenti per stabilire l’ammissibilità dei nuovi mezzi di comunicazione, dal punto di vista della salute  umana  o, più in generale, dell’ambiente. Altre istanze sono chiamate a esprimersi in proposito. Tuttavia, occorre tenere presente l’inopportunità di decisioni che, in un contesto culturale e sociale come il nostro, rischiano di alimentare inutili polemiche, dentro e fuori la comunità dei credenti, creando sospetti di connivenze inopportune o di pregiudiziali opposizioni della Chiesa  in ambiti in cui essa può dare solo i riferimenti da tenere presenti e non le ricette risolutive pronte da applicare a ogni singola questione concreta.

Per questo, pur nella consapevolezza dei limiti imposti dalla legge, ci tengo a comunicarvi la linea che ilVescovo auspica venga adottata in futuro sulla questione di cui sopra: che si declini ogni richiesta volta ad acconsentire all’installazione di qualsiasi dispositivo di telefonia mobile sugli edifici di vostra competenza secondo la Legge sulla Chiesa cattolica. Per quanto riguarda i contratti già in essere, ci si potrà adeguare a questa indicazione al momento della loro scadenza.

Ringraziandovi per la vostra collaborazione e confidando nella vostra comprensione, vi benedico nel Signore.

Mons. Valerio Lazzeri
Vescovo di Lugano

21 Giugno 2021 | 11:54
Condividere questo articolo!