Africa

Nigeria: davanti al massacro dei cristiani, i vescovi alzano la voce!

 I vescovi denunciano soprattutto il silenzio del governo della Nigeria, un Paese che conta 200 milioni di abitanti, di cui una metà è cristiana e una musulmana, di fronte ad attentati che continuano a seminare morte tra i civili Si tratta di una dichiarazione che merita di essere letta (v. allegato in lingua inglese). La tensione nel Paese è alta ed un eventuale guerra civile in Nigeria, rischierebbe di avere ripercussioni gravi per tutto il mondo. I vescovi, lungi dall’incitare i cristiani ad impugnare le armi, ricordano quanto sia difficile continuare a diffondere il Vangelo tra i fedeli, a convincerli a rinunciare alla legittima difesa in un momento in cui i cristiani sono bersaglio di numerosi attacchi da parte di gruppi musulmani estremisti, che cercano di appropriarsi dei loro beni e delle loro proprietà attraverso intimidazioni e atti terroristici. «Siamo tristi. Siamo in collera, ci sentiamo assolutamente vulnerabili.» I vescovi, con grande e commuovente trasparenza, non nascondono i loro sentimenti.

La solidarietà con i nostri fratelli e le nostre sorelle in Nigeria dev’essere totale. Non è più il caso di temporeggiare. Dobbiamo renderla tangibile attraverso le preghiere e il nostro pieno sostegno alle richieste che ci giungono dalla Nigeria. Stando tuttavia attenti a non cadere nella trappola di pensare che si tratti di una guerra di religione Una trappola tesa da terroristi che non fanno che rinnegare innanzitutto la loro propria religione, ma soprattutto l’immagine di un Dio d’amore, madre e padre di tutta l’umanità.La sfida della pace, del perdono, dell’amore nonostante tutto è davvero immensa -soprattutto per chi ha perso i propri cari e i propri beni a causa della barbarie per mano di persone che a loro volta hanno perso ogni e qualsiasi senso di umanità . Ma la nostra coerenza di cristiani é la sola risposta credibile che possiamo dare!

Roberto Simona – Aiuto alla Chiesa che soff

10 Maggio 2018 | 19:00
africa (136), massacro (2), nigeria (15), preti (5)
Condividere questo articolo!
En relation