Nicaragua, appello dei gesuiti: basta repressione e minacce

Un pressante appello a tutte le organizzazioni per i diritti umani, alle varie istanze internazionali ed ecclesiali a «sostenere energicamente gli sforzi per una soluzione pacifica e negoziata alla tragica situazione che sta vivendo il Nicaragua». A lanciarlo, a nome dei gesuiti dell’America centrale, è il loro provinciale padre Rolando Alvarado che, in una nota,  chiama in causa il governo di Managua anche per le minacce di morte rivolte in questi giorni a padre José Alberto Idiáquez, rettore dell’Università del Centro America del Nicaragua (Ucan). Deve essere assicurato – si legge nel documento – «il rispetto dell’integrità fisica dei nicaraguensi che stanno lavorando per la pace».

Continua a leggere su VaticanNews.

11 Giugno 2018 | 11:00
managua (1), negoziati (1), Nicaragua (17), pace (202)
Condividere questo articolo!
En relation