Ticino

Morbio: il 29 luglio la Messa al Santuario presieduta dal vescovo di Lugano Valerio Lazzeri

Preceduta da una Novena ben partecipata, guidata dal vescovo emerito Pier Giacomo Grampa, ritorna il 29 luglio a Morbio Inferiore la festa di Santa Maria dei Miracoli. Quest’anno, considerato il dovuto rispetto alle opportune prescrizioni conseguenti al «coronavirus», le tradizionali celebrazioni legate a questa ricorrenza, particolarmente cara alla gente di Morbio e della regione, avranno luogo in parte nella chiesa di San Giorgio e in parte in santuario, come già durante la novena. Presso San Giorgio saranno celebrate la prima Santa Messa delle ore 3, presieduta dal vescovo emerito, mons. Pier Giacomo Grampa e le successive alle 4, alle 5, alle 6, alle 7, alle 8, alle 9. Nel santuario, invece, saranno celebrate la Santa Messa delle 10.30, presieduta dal vescovo di Lugano Valerio Lazzeri e quelle del pomeriggio delle 15.30 e 17.30, precedute dalla preghiera del Rosario. Per la celebrazione mariana delle 20.30, presieduta dal vescovo emerito, i fedeli ritorneranno nella chiesa di San Giorgio, dove sarà pure celebrata la Santa Messa delle 22 a chiusura della giornata. Sarà sempre possibile una sosta di preghiera in santuario, che rimane aperto dalle 2 alle 23.30, mentre la chiesa di San Giorgio sarà aperta in occasione delle rispettive celebrazioni della notte, del mattino e della sera. Ci si potrà accostare al Sacramento del perdono sia in Santuario (dalle 4 alle 10 e dalle 15 alle 18.30), sia in San Giorgio (dalle 02.30 alle 10 e dalle 20 alle 22). Le celebrazioni in Santuario delle 10.30, 15.30 e 17.30, comprese le rispettive preghiere del rosario, come pure la celebrazione serale in San Giorgio e la Santa Messa di chiusura saranno trasmesse su youtube e facebook. 

Presso il Santuario e la chiesa di San Giorgio sarà possibile acquistare lumini devozionali e ricordi, come pure devolvere offerte per la celebrazione di Sante Messe. L’abbinamento delle due chiese per questa festività presenta delle connotazioni rilevanti. Infatti la chiesa di San Giorgio è stato il primo luogo sacro della comunità di Morbio, che vi si recò in processione la sera del 29 luglio 1594 per esprimere gratitudine alla Madre di Dio. Vicino alla chiesa di San Giorgio riposano inoltre i morti della comunità, molti dei quali hanno compiuto il loro cammino terreno con affetto sincero e intensa devozione a Santa Maria dei Miracoli (GB).

Una bella veduta dall'alto del Santuario di Morbio Inferiore.
28 Luglio 2020 | 20:06
Condividere questo articolo!