L'arcivescovo Pizzaballa.
dal Mondo
L'arcivescovo Pizzaballa.

Mons. Pizzaballa: "A Gaza non scompare la speranza"

13.11.2018, 06:50 / redazionecatt

“È stata la mia seconda visita a Gaza. E’ stato un viaggio interessante e utile per comprendere meglio la realtà locale. È stata una bellissima occasione, inoltre, per incontrare la comunità di Gaza, per vivere insieme a loro preoccupazioni ma anche speranze”. Lo dichiara in una nota inviata a Fides Mons. Pierbattista Pizzaballa, Amministratore Apostolico del Patriarcato Latino di Gerusalemme, dopo la sua recente visita nella striscia di Gaza, area dove vivono circa due milioni di palestinesi.
Il viaggio, compiuto dal 1 al 4 novembre, è stato un’opportunità “sia per incontrare le diverse realtà della comunità cristiana presenti (come scuole, attività sociali, scout, giovani e gruppi giovanili) ma anche per condividere qualche momento con le famiglie più bisognose”, rileva. L’Amministratore apostolico ha potuto vedere direttamente le difficoltà che la popolazione di Gaza sta vivendo, data la chiusura dei valichi nella Striscia, per persone e merci, e i noti problemi economici e sociali esistenti.

“Ma ho potuto constatare – ha detto – che malgrado ciò la comunità cristiana di Gaza è rimasta unita. Certo, ci sono piccole questioni aperte, ma averla incontrata è un incoraggiamento, anche per me”.

Durante la visita, mons. Pizzaballa ha inaugurato una casa per anziani e per disabili. “Oltre ad inaugurare la nuova casa, ha incontrato diverse famiglie cristiane e musulmane” ha riferito il parroco di Gaza, padre Mario Da Silva. L’Amministratore Apostolico ha concluso la sua visita celebrando la Santa Messa presso la parrocchia latina della Sacra Famiglia, l’unica della striscia di territorio, di cui fanno parte circa 140 cattolici. Nelle ultime settimane si è nuovamente acuita la tensione tra Israele e abitanti palestinesi di Gaza, dove si registra una situazione da molti osservatori giudicata “insostenibile”, da un punto di vista umanitario e politico, per due milioni di palestinesi che vivono come prigionieri, sotto embargo da oltre dieci anni, in meno di 400 chilometri quadrati di terra.

fonte: agenziafides

Sri Lanka: la commemorazione delle vittime a un mese dagli attacchi

23.05.2019

Tutto il Paese si è fermato in ricordo dei 257 morti. La testimonianza dei sopravvissuti, dei parenti e degli amici che faticano a superare il dolore per la perdita dei propri cari.

Uccisi un sacerdote congolese in Monzambico e pure una suora in Centroafrica

21.05.2019

Si tratta di padre Landry Ibil Ikwel, 34 anni, membro della Congregazione Sacri Cuori di Gesù e Maria, direttore dell'Istituto per persone non vedenti di Beira, e di suor Inés Nieves Sancho, comunità delle Figlie di Gesù, che insegnava cucito alle ragazze nel villaggio di Nola.

In Francia il caso Lambert fa discutere

20.05.2019

Il magistrato ordina la ripresa dei trattamenti dopo che all'ospedale Chu di Reims erano stati arrestati i supporti vitali di Vincent Lambert, il disabile francese che da oltre un decennio è in stato di minima coscienza. Si attende la decisione dell'Onu. In un tweet il Pontefice -senza fare espresso riferimento al caso francese- invoca la difesa della vita, in ogni sua fase.