Le rovine della chiesa di Notre Dame de l'Heure a Mosul
dal Mondo
Le rovine della chiesa di Notre Dame de l'Heure a Mosul

Messo a punto il piano per la ricostruzione delle chiese di Mosul

05.08.2019, 11:13 / RedCattKG

Mosul (Agenzia Fides) – A fine luglio Raad Jalil Kajaji, responsabile dell’Ufficio per le dotazioni di cristiani, yazidi, sabei e mandei, ha compiuto un’ispezione a Mosul per predisporre il piano di restauro di chiese e monasteri devastati durante il periodo in cui la metropoli irachena è stata occupata dai jihadisti dell’auto-proclamato Stato Islamico (Daesh). Le principali chiese verranno ripristinate con il concorso di enti internazionali come l’Unesco e istituzioni straniere come il Departement of Heritage and Civilization dell’Università della Pennsylvania. I lavori di restauro inizieranno con la rimozione delle macerie e con la predisposizione di adeguate barriere di protezione intorno ai luoghi sacri, per impedire soprattutto che le chiesa in stato di rovina vengano utilizzate come discariche.
Durante il sopralluogo a Mosul, è stata confermata l’attribuzione dei vari progetti di restauro ai diversi organismi che si sono offerti di sostenere l’impegnativa opera di ricostruzione.
Nel dettaglio, il dipartimento dell’Università di Pennsylvania, in collaborazione con l’ufficio di consulenza ingegneristica dell’Università di Mosul, curerà i restauri della Cattedrale siro ortodossa di Sant’Efrem e del monastero caldeo di San Giorgio, mentre l’UNESCO sosterrà i restauri di altri luoghi di culto, compresa la chiesa latina del centro di Mosul, officiata storicamente dai Padri Domenicani e nota come la “chiesa della Madonna miracolosa” o anche come la “chiesa dell’orologio”, che era stata gravemente danneggiata ma non distrutta – come si era invece detto – durante l’occupazione jihadista.
Rimane incertezza riguardo al numero di cristiani che hanno fatto ritorno a Mosul dopo che la città è stata sottratta ai miliziani di Daesh. Secondo diverse testimonianze, solo poche decine di famiglie cristiane avrebbero fatto ritorno alle proprie case in quella che per alcuni anni era diventata la capitale irachena del cosiddetto Stato Islamico.

(Agenzia Fides)

Madagascar, i libri delle Figlie di San Paolo per superare la povertà

16.08.2019

Le Figlie di San Paolo offrono una risposta culturale alla crisi valoriale e materiale che attraversa l’isola dell’Oceano Indiano.

Cile: religiosi chiedono di dichiarare l’emergenza climatica nel Paese

16.08.2019

La Conferenza delle religiose e dei religiosi del Cile (Conferre) ha diffuso ieri una dichiarazione nella quale chiede che venga dichiarata in Cile l’emergenza climatica.

"Maria Mae da Vida”, una casa per le ragazze madri

16.08.2019

A Fortaleza, nel nordest del Brasile, opera l’associazione diocesana ‘Maria Mae da Vida’, gestita dalle suore missionarie camilliane, che si occupa di dare accoglienza a ragazze madri provenienti dalle favelas