https://www.flickr.com/photos/richardmessenger/
dal Mondo
https://www.flickr.com/photos/richardmessenger/

Messico: creato organismo di pace per combattere la violenza

30.06.2017, 18:00 / Bianca De Viso

La Chiesa cattolica nello Stato messicano del Michoacan ha creato un organismo incaricato di coordinare e promuovere le azioni pastorali con particolare attenzione alla costruzione della pace, perché, nonostante gli sforzi del governo, la violenza e l’insicurezza sono aumentate, e questo richiede una strategia globale e la partecipazione di tutti.

Formare le coscienze per la trasformazione sociale
In un comunicato pervenuto a Fides, l’arcidiocesi di Morelia informa che questo organismo mira a formare le coscienze, sviluppare metodologie e proporre una formazione permanente, oltre a coordinare la comunicazione e la cooperazione dei responsabili della società civile per la trasformazione sociale.

Malgrado gli sforzi del governo, la violenza continua a crescere
“Nel Michoacan, malgrado gli sforzi del governo, la violenza continua a crescere – si legge nel comunicato – quindi bisogna intervenire identificando i principali fattori su cui agire con un’azione collettiva, con strategie adottate da tutti, ognuno nel suo ambito”. L’organismo, denominato “Dimensione diocesana della Giustizia, Pace e Riconciliazione”, sarà coordinato dal sacerdote Juan Pablo Vargas e avrà come sede la chiesa del Carmen, nella città di Morelia. Il periodo di gennaio-maggio dell’anno 1998 e di questo 2017, sono stati i più violenti nello stato di Michoacan, negli ultimi due decenni, con 533 e 528 omicidi rispettivamente, secondo i dati ufficiali del segretariato esecutivo del Sistema di pubblica sicurezza nazionale.

(RadioVaticana)

Ciclone in Kerala, mons. Pakiam: un disastro. Trovare presto le risorse

15.12.2017

Attivata la macchina del soccorso, mentre le autorità statali arrancano “per negligenza”. Un incontro con il governatore per definire programmi di sostegno di breve e lungo periodo. Non ci sono numeri precisi degli sfollati “perché la devastazione è senza precedenti”.

Amman, le Chiese in marcia contro la decisione di Trump per Gerusalemme

15.12.2017

Circa 2mila persone hanno marciato in silenzio, portando candele, foto del re e bandiere. L’opposizione contro la scelta di Trump di riconoscerla capitale di Israele. Gerusalemme è nel cuore di tutti i musulmani; ed è anche radicata in quelli dei cristiani.

Pechino, il segretario del Partito si preoccupa dei migranti, ma non si ferma l’espulsione

15.12.2017

Cai Qi, amico di Xi Jinping, fa visita al quartiere Chaoyang. Intanto continua la campagna di cacciare la “popolazione più bassa” e distruggere i loro quartieri. Un altro incendio in una fattoria ha fatto cinque morti e otto feriti. Si teme che la campagna di “pulizia” si attui anche a Shanghai, Guangzhou, Shenzhen.