La Messa al Palexpo (fonte cath.ch)
Svizzera
La Messa al Palexpo (fonte cath.ch)

Messa del Papa a Ginevra: coperti quasi tutti i costi

19.12.2018, 18:06 / redazionecatt

Dei due milioni di franchi che è costata la Santa Messa del Papa al Palexpo di Ginevra, lo scorso 21 giugno, rimangono da raccogliere ancora solo 60.000 franchi.
La Messa del Papa al Palexpo è costata 1.98 milioni di franchi alla diocesi di Losanna, Ginevra e Friburgo (LGF). “Il 44% per la sicurezza e la gestione dei flussi di pellegrini, il 39% per le infrastrutture – incluso il noleggio della grande sala, le sedie e il pagamento del personale in loco – e il 14% per la strumentazione audiotelevisiva”, ha spiegato Jean -Battista Henry de Diesbach, economo della diocesi di LGF in un comunicato reso noto ieri. Il resto dei costi riguardano “i vari”, come la liturgia, che richiedeva l’acquisto di patene, casule e elementi decorativi. “Abbiamo beneficiato della generosità di alcuni fornitori”, ha aggiunto l’economo. Altrimenti, il conto finale sarebbe stato più alto. ”
Per finanziare questa Messa, i cui costi corrispondono alle spese annuali della diocesi di LGF, le corporazioni e le federazioni cattoliche cantonali, sollecitate dalla Conferenza cattolica centro-romana della Svizzera, hanno versato 300.000 franchi.
“Abbiamo ricevuto circa 850.000 franchi in donazioni individuali”, ha spiegato Jean-Baptiste Henry de Diesbach. 2.500 donatori hanno pagato somme che vanno da 5 a 50.000 franchi. Il 35% delle entrate proviene da Ginevra. Va detto che, a differenza di altri cantoni, la Chiesa di Ginevra vive principalmente di donazioni. E alcuni dei suoi donatori hanno devoluto offerte per finanziare la Messa del 21 giugno”. Oltre a tutto questo altri 450mila franchi provengono da collette parrocchiali e 300 mila da comunità e istituzioni religiose.

Questa celebrazione di Francesco non chiuderà con un deficit importante come invece avvenne nel 2004 per la Santa Messa presieduta da San Giovanni Paolo II a Berna. Per la Messa del Papa a Ginevra, a questo punto, restano ancora da raccogliere 60 mila franchi.

fonte: cath.ch/red

La ticinese Tiziana Conti. © Jacques Berset

Festival di Friborgo: la giuria ecumenica ponte tra Chiesa e cinema

18.03.2019

Tiziana Conti e Denise F. Spörri-Müller per la prima volta partecipano nella giuria ecumenica del Festival Internazionale del Film di Friborgo (FIFF), in corso dal 15 al 23 marzo. Le due amanti del cinema sperano di portare il loro tocco “cristiano” alla rassegna internazionale.

Riproduzione di San Nicolao della Flüe e della moglie Dorotea Wyss

Nicolao della Flüe e la moglie Dorotea, saranno venerati insieme?

13.03.2019

I vescovi svizzeri alla fine dell'assemblea ordinaria del febbraio 2019 hanno scritto al Papa chiedendo che la donna del XV secolo che fu sposa dell'eremita del Ranft, possa essere venerata. Moglie e madre di 9 figli, quando il marito scelse a 50 anni di ritirarsi a vita solitaria, lei si occupò della fattoria e della crescita dei figli più piccoli. Seguì nella preghiera e sostenne la scelta del coniuge.

Multinazionali responsabili: le lobby hanno vinto, per ora

12.03.2019

Il compromesso è naufragato: Il Consiglio degli Stati ha deciso di non entrare in materia su un controprogetto all'iniziativa per multinazionali responsabili e ha raccomandato al popolo di respingere l’iniziativa.