Ticino

Masseria di Cornaredo: i lavori inizieranno nel 2021

Gestita dalla Fondazione Francesco e sostenuta dal Rotary Club Lugano Lago, il progetto consentirà il recupero architettonico e strutturale del complesso della Masseria di Cornaredo, comprensivo del torchio in essa contenuto – bene culturale protetto a livello cantonale – e conferirà nuova vita a carattere sociale a uno spazio pregiato e situato nel cuore nel Nuovo Quartiere Cornaredo, da anni inutilizzato. Il cuore della Masseria sarà il centro Bethlehem. «In questi mesi – ci spiega fra Martino– il nostro architetto ha affinato il progetto. C’era stato un ricorso, ma con la buona volontà di tutte le parti in causa, proprio negli scorsi giorni, siamo riusciti a riattivare la domanda di costruzione, comprensiva delle varianti del caso. Speriamo di ottenere, nel giro delle prossime settimane la licenza, per poi partire con la fase più dettagliata dell’organizzazione dei lavori. Il nostro architetto prevede di avviare il cantiere con l’inizio del 2021». Ricordiamo che il progetto, che ha ricevuto la delibera del municipio di Lugano, prevede uno spazio multiuso con annesso negozio/enoteca nella sala del torchio, una locanda con alloggio con al massimo 16 posti letto, un’area verde aperta al pubblico, con attività sinergiche con il progetto «Biodiversità in città» e il frutteto urbano, realizzato dalla Città in cooperazione con ProFrutteti e Alleanza Territorio e Biodiversità, sulla particella adiacente. Il costo complessivo è stimato attorno agli 8 milioni di franchi.

Cristina Vonzun

28 Giugno 2020 | 12:56
Condividere questo articolo!