Ticino

L'Opera diocesana pellegrinaggi di Lugano in partenza per Assisi

L’Opera diocesana pellegrinaggi di Lugano si sposta ad Assisi. Come si spiega nel programma annuale, il pellegrinaggio prevede, domani 19 agosto, di toccare come tappe Frasassi e poi Loreto. Il giorno seguente la visita al santuario della S. Casa, che la tradizione identifica come la casa di Maria. Nel pomeriggio partenza per Cascia: arrivo e visita dei luoghi di Santa Rita. Per Assisi si partirà invece sabato 21 settembre. Nel pomeriggio incontro con la guida e visita dei punti principali della città: basilica di San Francesco, Santa Chiara, tempio di Minerva, Duomo. Da ultimo, il quarto giorno, visita al convento di San Damiano e all’eremo delle Carceri. Al termine visita del santuario di Santa Maria degli Angeli. Ogni giorno verrà inoltre celebrata una S. Messa per tutti i partecipanti.

L’Opera Diocesana Pellegrinaggi (ODP) organizza ogni anno una ventina di viaggi e pellegrinaggi e alcuni sulla base di richieste provenienti da parrocchie.
Dal 1975 ad oggi più di 50’000 persone hanno partecipato ai viaggi proposti dall’ODP. L’inizio, però, va fatto risalire al 1927, quando Mons. Leber cominciò a proporre i primi pellegrinaggi diocesani.
La motivazione di chi sceglie di recarsi in viaggio o pellegrinaggio con l’ODP è innanzitutto la consapevolezza della buona organizzazione e dell’esperienza accumulate negli anni. Chi va in pellegrinaggio in gruppo, inoltre, sa che gli saranno offerti importanti momenti in comune ai quali, da solo, non avrebbe accesso. Da non dimenticare che per ogni viaggio proposto è sempre garantita un’assistenza religiosa.

I prossimi viaggi dell’ODP per quest’anno prevedono Verona (da sabato 5 a domenica 6 ottobre), la Spagna del Nord (da sabato 12 a sabato 19 ottobre), Israele, Palestina e Giordania sui passi dei patriarchi e dei profeti (da lunedì 21 a martedì 29 ottobre), la Thailandia (da lunedì 11 a giovedì 21 novembre). Sul sito è già in allestimento il programma 2020, con l’indicazione dei termini di iscrizione.

Intanto, oggi, Assisi, città del patrono dell’ecologia, celebra l’apertura de «il Tempo del Creato», periodo dell’anno liturgico fortemente voluto da Papa Francesco che si apre il 1° settembre e si conclude il 4 ottobre e nel quale tutti i cristiani, in comunione con ogni persona che abita il pianeta, sono chiamati a pregare per la nostra casa comune, per la sua bellezza e per le fatiche che vive ogni giorno. La diocesi di Assisi–Nocera Umbra–Gualdo Tadino ha deciso di rispondere a questo invito coinvolgendo diverse realtà territoriali.

Assisi | © ---/Assisi
18 Settembre 2019 | 13:42
Condividere questo articolo!