Internazionale

Liliana Segre sotto scorta per le minacce e gli insulti ricevuti

In seguito alle minacce via web e allo striscione di Forza nuova esposto nel corso di un appuntamento pubblico a cui partecipava a Milano, il prefetto di Milano ha deciso di assegnare una scorta alla senatrice a vita Liliana Segre (nella foto con gli studenti del Liceo di Bellinzona nel 2018), ex deportata ad Auschwitz, che, da oggi, avrà due carabinieri che la accompagneranno in ogni suo spostamento. 

La decisione, spiegano i quotidiani italiani, è stata presa durante il Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza che si è tenuto ieri. Sugli insulti e minacce ricevuti dalla senatrice via web la Procura di Milano ha aperto un’inchiesta allo stato contro ignoti. A occuparsene è il Dipartimento antiterrorismo.

Da decenni la Segre si impegna per conservare la memoria dell’Olocausto nelle nuove generazioni e per questo si ritrova da mesi al centro di minacce sempre più numerose.

Agenzie/red

Liliana Segre e le classi del Liceo di Bellinzona durante l'incontro.
7 Novembre 2019 | 18:41
Condividere questo articolo!
En relation