migranti

Lifeline: dopo l'incontro con Papa Francesco, Macron decide di accogliere alcuni migranti

È durato cinquanta minuti il colloquio privato tra il Papa e Macron di ieri in Vaticano. Come dichiarato in un comunicato stampa della Santa Sede, sono state affrontate varie importanti questioni globali di interesse condiviso, quali la protezione dell’ambiente, le migrazioni e l’impegno a livello multilaterale per la prevenzione e la risoluzione dei conflitti. Dopodiché, in conferenza, Macron  ha annunciato, con una dichiarazione che potrebbe rischiarare il cielo sopra la Lifeline, che alcuni migranti dell’imbarcazione della ong tedesca bloccata ormai da giorni nel Mediterraneo saranno accolti dalla Francia: «Posso confermare che la Francia, come alcuni Stati membri, accoglierà alcune delle persone a bordo della Lifeline, che arriveranno in porti europei».

Anche l’Olanda intanto ha appena confermato che darà assistenza» e sono così «sette i paesi» che collaboreranno per assistere i migranti della Lifeline ha aggiunto il premier maltese, specificando che l’accordo è «un caso unico» per la sola vicenda di una nave «in cui il capitano ha disobbedito gli ordini».

Anche grazie alla disponibilità dei vari Paesi, la Lifeline avrà finalmente il permesso di attraccare in queste ore a Malta. Lo ha annunciato il premier maltese Joseph Muscat, in conferenza stampa.

La decisione di Macron, presa dopo l’incontro con Papa Francesco, è stata dunque decisiva.

Agenzie/red

27 Giugno 2018 | 14:00
francia (28), lifeline (3), macron (5), malta (5)
Condividere questo articolo!
En relation