Cultura

Letture: il pellegrino russo cresciuto nel Soviet e convertito in Francia

Il cielo stellato, sopra una steppa sconfinata, immersa nel buio, un buio tanto vasto e diffuso da diventare quasi solido. In una simile realtà, che sembra far trasparire qui, sulla terra, un mondo ultraterreno, è forse più facile rivolgere lo sguardo all’Infinito, sentire che la propria vita è molto più grande di quel che sembra, confinata dentro la ruota della quotidianità, della fatica, della povertà. È più facile ritrovare un’umanità più profonda, segnata da un misticismo antico e tuttavia sempre attuale, perché fatto della stessa materia dell’anima umana.

Inizia proprio con la descrizione intensa di un immenso cielo stellato il libro di Alexandre Siniakov, «Come folgore la folgore sorge da Oriente», che ha un sottotitolo esplicativo: un pellegrino russo si racconta. Inquadrandosi subito nella grande tradizione dei racconti russi di questo genere. L’autore ricorda la promessa fatta da Dio ad Abramo, ossia che avrebbe avuto una discendenza grande e luminosa come le stelle in cielo. E ricorda che questa visione, un tempo usuale, oggi è diventata un’esperienza rara e preziosa, perché i cieli stellati sono oscurati dalle mille luci artificiali del nostro mondo contemporaneo. Dunque, guardare il cielo e contemplare le stelle si è trasformato in un vero e proprio esercizio spirituale, spiega l’autore, che serve a ricordarci il nostro legame più autentico, quello che ci porta verso l’Alto.

Siniakov ha avuto una vita straordinaria. Nato e cresciuto nel regime comunista sovietico, divenuto monaco ortodosso, arrivato poi in Francia, ha studiato in Gran Bretagna e in Belgio e ora dirige un seminario ortodosso nei dintorni di Parigi, su incarico del Patriarcato russo. Questo suo libro, in parte saggio, in parte testo di spiritualità, in parte testimonianza personale, ha ricevuto il premio come miglior libro di spiritualità per il 2018 in Francia, e oggi viene pubblicato in Italia dalle Edizioni San Paolo.

Continua a leggere su ACI Stampa.

24 Giugno 2019 | 12:04
letture (7), libri (15)
Condividere questo articolo!