dal Mondo

L’episcopato austriaco per un’Europa attenta ai suoi cittadini ma anche a quanti cercano un rifugio. Proteggere davvero

17.06.2018, 19:18 / redazionecatt

L’Europa è chiamata a proteggere non solo i propri cittadini ma anche i tanti immigrati che fuggono da situazioni di guerre e di pericolo. È quanto, in sintesi, affermano i vescovi austriaci che a conclusione della loro assemblea plenaria, svoltasi nei giorni scorsi presso il santuario di Mariazell, non hanno mancato di affrontare temi di spinosa attualità. Lo spunto ulteriore è stato offerto, come ricordato in un comunicato diffuso al termine dei lavori, dall’ormai imminente, a partire dal 1° luglio prossimo, semestre di presidenza austriaca dell’Unione europea.

Continua a leggere sul Sismografo.

Amazzonia, card. Barreto: come Chiesa vogliamo vivere una cultura dell’incontro

19.07.2019

Il cardinale Barreto sul Sinodo per l’Amazzonia: “può essere un segno importante della risposta efficace per la promozione della giustizia e la difesa della dignità delle persone”.

Usa: dure proteste contro la politica migratoria del governo

19.07.2019

Ieri, come si legge in un articolo del Sir, a Washington una manifestazione organizzata dal Centro Colomban per la difesa e la sensibilizzazione, dalla Conferenza dei superiori maggiori maschili, dalla Conferenza dei Gesuiti di Canada e Usa, dalla Conferenza delle religiose degli Stati Uniti, da Pax Christi Usa e altri, per protestare contro le politiche di immigrazione messe in atto alla frontiera, in particolare nei confronti dei bambini.

Leader musulmani ribadiscono l’adesione al Documento sulla Fratellanza

18.07.2019

A quasi sei mesi dalla firma ad Abu Dhabi del Documento sulla Fratellanza Umana, sottoscritto da Papa Francesco e dal Grande Imam di Al-Azhar Ahmad Al-Tayyeb, 22 leader e intellettuali musulmani sunniti, sciiti e sufi hanno firmato un testo di 15 pagine per ribadire il loro sostegno al Documento.