Ticino

Le prossime tappe delle visite pastorali del vescovo Valerio

«Dobbiamo avere l’inventiva, la capacità di creare di nuovo, di trasgredire in un certo senso le regole del mondo con un atto di fiducia che superi tutto il resto: fiducia perché io sono vivo e il mio cuore può accogliere la grazia del Signore»: questo è uno dei messaggi che il vescovo Valerio ha voluto lanciare in alta Vallemaggia nel corso della visita pastorale che si è conclusa lo scorso 22 settembre. Ora le prossime tappe di monsignor Lazzeri saranno la media e bassa Vallemaggia dal 7 al 10 novembre, Losone, Ascona, Arcegno, Brissago, Ronco Sopra Ascona dal 23 al 26 gennaio 2020, Intragna, Centovalli, Terre di Pedemonte, Onsernone dal 20 al 23 febbraio 2020, Tesserete, Val Colla, Bidogno, Origlio, Ponte e Sala Capriasca dal 23 al 26 aprile 2020. Come in Vallemaggia, la modalità sarà quella del porsi in ascolto della popolazione.

Il fatto che le chiese siano sempre più vuote che «ci interroga», ha ammesso il Vescovo in alta Vallemaggia, «ma alla fine ciò che conta sono i nostri volti e i nostri nomi, valorizzando quello che si realizza in questo nostro trovarsi assieme». «Quanta intensità di vita una volta che la Parola è annunciata, il Pane spezzato!»ha esclamatp mons. Lazzeri. «Dio c’è anche quando, in apparenza, non c’è più niente». «Non c’è situazione storica o luogo troppo discosto perché il Vangelo non possa essere valido; il Vangelo può essere vissuto in ogni situazione».

La recente visita pastorale di monsignor Lazzeri in alta Vallemaggia
24 Settembre 2019 | 18:00
Condividere questo articolo!