famiglia

Le donne sono fonte di armonia per la famiglia e l'intera società

12.05.2019, 05:30 / RedCattLQ

«Dai valore alla super mamma che sei!». Questo il titolo accattivante di un corso, realizzato da Eveline Moggi, moglie, madre di quattro figli e educatrice materna di professione. L’abbiamo intervistata per approfondire meglio questo suo progetto che scaturisce dal desiderio di aiutare soprattutto le giovani madri, ma non solo, a riscoprire e rivalutare il loro grande potenziale.

«Papa Francesco mi ha commosso – ci confida Eveline – quando ha descritto la donna come fonte dell’armonia: “La donna e l’uomo non sono uguali, non sono uno superiore all’altro”, afferma il pontefice. “È la donna che porta armonia, che ci insegna ad accarezzare, ad amare con tenerezza e che fa del mondo una cosa bella”. Sin da giovane ho avuta la fortuna di incontrare tante persone straordinarie con cui ho condiviso il percorso di vita in particolar modo la loro storia nel diventare madri e padri. Ho un’attenzione particolare nei confronti dei bambini e questo ha contribuito a spingermi nel creare qualcosa a sostegno della famiglia che è il fondamento della società».

È più difficile oggi essere genitori? «Ogni epoca – continua la signora Moggi – porta con sé delle difficoltà le quali però sono anche delle opportunità per sprigionare delle risorse. Penso che sia importante rendersi conto che stiamo vivendo in una fase di transizione, di grandi cambiamenti che influiscono sul mondo del lavoro, sulla cultura e le relazioni sociali. Vivere e crescere i propri figli nell’era del consumismo porta con sé vantaggi e svantaggi. Ciò che può aiutare è poter entrare in un’intima e profonda consapevolezza di sé per guardare la famiglia nel contesto odierno e interrogarsi: “che cosa è per me importante? In cosa credo?”. Quindi lo scopo principale di questo corso è promuovere una riflessione sul valore di essere madre nel complesso contesto odierno con l’intento di accrescerne un maggiore riconoscimento sociale. Cioè l’obiettivo più importante è sviluppare una consapevolezza di quanto il faticoso operato di una madre sia indiscutibilmente prezioso per i propri figli, per il marito-compagno così come anche per l’ambiente sociale circostante».

Come è organizzato concretamente questo corso? «Si svolge su 4 incontri (di 2 ore) con 4 tematiche diverse. È un percorso che offre strumenti pratici e concreti per affrontare la quotidianità familiare. Il corso si svolge nel mio studio ad Origlio in piccoli gruppi e da settembre anche in gruppi più grandi sparsi nel Ticino ». Domani è la Festa della Mamma. A conclusione di questa nostra chiacchierata, signora Moggi, cosa augurerebbe ad ogni mamma per questa festa speciale? «Di vivere con intensità il presente vicino ai propri figli. Il presente in cui seminiamo il raccolto di domani. Sviluppare l’amore che è l’energia più importante e vitale per il benessere tra madre e figlio».

Federico Anzini

Paglia: “Il Papa ci chiede di stare con i piedi per terra, significa anche accendere la luce”

14.05.2019

L’arcivescovo apre il primo Expert Meeting dell’Osservatorio internazionale sulla Famiglia, promosso dell’Istituto teologico “Giovanni Paolo II”.

Robert Cheaib, sposo e padre di tre figli. Di origine libanese, scrittore e docente di teologia presso varie università tra cui la Pontificia Università Gregoriana. Membro del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita.

Genitori non siete soli: un libro vi spiega come "educare i figli alla fede"

27.04.2019

Nella sua ultima pubblicazione, il teologo e docente Robert Cheaib affronta il delicato tema dell'educazione alla fede. Consigli pratici dedicati ai genitori che desiderano trasmettere ai loro figli la bellezza e la passione del proprio credo.

La persona umana capace di scelte definitive

22.03.2019

Appuntamento presso il Collegio Diocesano Pio XII in Via Lucino 79 a Breganzona, sabato 30 marzo dalle 14.30 alle 17.30.