Diocesi

Le Ceneri con il vescovo Lazzeri a Lugano

Mercoledì 6 marzo inizia la Quaresima con il rito delle ceneri. Il vescovo di Lugano presiederà alle 18 nella chiesa di Sant’Antonio a Lugano la celebrazione liturgica con l’imposizione delle ceneri ai fedeli.

Il Mercoledì delle Ceneri (o Giorno delle ceneri o, più semplicemente, le Ceneri) è il mercoledì precedente la prima domenica di Quaresima che, nelle Chiese cattoliche di rito romano e in molte Chiese protestanti, coincide con l’inizio della quaresima, periodo liturgico «forte» a carattere battesimale e penitenziale in preparazione della Pasqua cristiana. Il Mercoledì delle Ceneri è giorno di digiuno e astinenza dalle carni, astensione che la Chiesa richiede anche per i venerdì di Quaresima. L’altro giorno di digiuno e astinenza è previsto il Venerdì Santo.

Il rito dell’imposizione delle ceneri sul capo dei fedeli nasce a motivo della celebrazione pubblica della penitenza, che costituiva infatti il rito che dava inizio al cammino di penitenza dei fedeli che sarebbero stati assolti dai loro peccati la mattina del Giovedì Santo.

Il significato biblico delle Ceneri:

In tanti passi biblici può essere riscontrata una dimensione precaria dell’uomo simboleggiata dalla cenere (Sap 2,3; Sir 10,9; Sir 17,27). Abramo rivolgendosi a Dio dice: «Vedi come ardisco parlare al mio Signore, io che sono polvere e cenere…» (Gen 18,27). Giobbe riconoscendo il limite profondo della propria esistenza, con senso di estrema prostrazione, afferma: «Mi ha gettato nel fango: son diventato polvere e cenere» (Gb 30,19).

Ma la cenere è anche il segno esterno di colui che si pente del proprio agire malvagio e decide di compiere un rinnovato cammino verso il Signore. Particolarmente noto è il testo biblico della conversione degli abitanti di Ninive a motivo della predicazione di Giona: «I cittadini di Ninive credettero a Dio e bandirono un digiuno, vestirono il sacco, dal più grande al più piccolo. Giunta la notizia fino al re di Ninive, egli si alzò dal trono, si tolse il manto, si coprì di sacco e si mise a sedere sulla cenere» (Gio 3,5-9).

Per la Quaresima 2019 papa Francesco ha scritto un messaggio che pone al centro la questione ecologica.

(red)

 

La chiesa di Sant'Antonio a Lugano
6 Marzo 2019 | 11:45
lugano (217), quaresima (58)
Condividere questo articolo!