Ticino

La violazione dei diritti umani: una tavola rotonda per approfondire

Si terrà giovedì prossimo, 21 novembre, dalle ore 18 nella sala multiuso della chiesa evangelica riformata di Lugano, in via Landriani 10, la tavola rotonda «La violazione dei diritti umani: parliamone insieme!», organizzata da Culture Ticino Network, in occasione del nono World Forum per la Pace.

«Non si può vivere in pace se i diritti umani e i diritti del fanciullo non sono rispettati, perché non c’è pace e sicurezza se c’è ingiustizia. La tavola rotonda rappresenterà un momento di dibattito in cui si cercherà di comprendere e analizzare le differenti problematiche legate a questo argomento, grazie anche ad importanti e attuali riflessioni e possibili soluzioni», scrivono gli organizzatori, descrivendo lo spirito che animerà l’iniziativa.

Tre i relatori: Markus Krienke, professore di filosofia moderna ed etica sociale presso la Facoltà di teologia di Lugano; Roberta Wullschleger, filosofa e collaboratrice di Pro Juventute in Ticino; Federico Prelati, ex Capomissione INTERSOS LIBIA/TUNISIA, attuale Capobase INTERSOS Kandhar Afghanistan. Modera la serata il pastore riformato Giuseppe La Torre. Seguirà cena solidale con delicatezze filippine, al costo di 20 franchi.

Verrà inoltre assegnato il Premio Spyri, un riconoscimento dell’Associazione Culture Ticino Network introdotto nel 2013 e che viene consegnato, durante il World Forum per la Pace, alle persone che si sono distinte nell’ambito della pace e della solidarietà.

Questo simbolico premio deriva dal famoso romanzo «Heidi», scritto dall’autrice Johanna Spyri. La bambina può essere considerata come un esempio di aiuto verso il prossimo, ricordando il sostegno verso la sua amica disabile e verso il nonno in merito ai lavori di montagna. Un grande cuore pieno di pace e solidarietà, che ha spinto l’Associazione Culture Ticino Network ad ispirarsi a questa bambina, la quale rappresenta i valori dell’Associazione stessa, intitolando il premio alla sua famosa scrittrice.

Altre proposte di Culture Ticino Newtwork

Culture Ticino Network è un’associazione non profit con sede a Lugano, nata nel 2011 per promuovere la cultura della pace, il benessere della persona e dell’ambiente con varie iniziative ed attività sia a livello nazionale che internazionale. Come dice il nome stesso, Culture Ticino Network ha tra i suoi obiettivi quello di creare una rete di interazione tra altre associazioni, fondazioni, scuole, università, istituzioni pubbliche e private, aziende e tutta la popolazione.

Per questo, l’Associazione si adopera soprattutto per sostenere progetti concreti di solidarietà con lo scopo di aiutare i più bisognosi del Ticino e del Mondo.

Ad esempio, lo scorso 11 novembre anche gli allievi della 1a liceo artistico del Liceo Diocesano hanno partecipato con l’insegnante Ester Giner al workshop #VillaggioDellaPace organizzato dall’Associazione Culture Ticino Network .

Gli studenti hanno progettato un’opera collettiva dove viene raffigurato il tema dei diritti del fanciullo, a partire dai ritratti e frasi creati dagli allievi di altre scuole che hanno preso parte all’evento.

I workshop ai quali hanno potuto partecipare gli allievi e studenti erano in totale undici e sono stati tenuti da professionisti del settore, Associazioni e Fondazioni non profit del territorio. Gli esponenti di associazioni ticinesi ed internazionali hanno messo a disposizione, negli spazi del Palazzo dei Congressi di Lugano, la loro esperienza pratica nel settore umanitario, attraverso laboratori che hanno coinvolto attivamente i ragazzi.

Questa sera, invece, presso il SuitenHotel Parco Paradiso di Lugano Paradiso, avrà luogo, sempre su iniziativa dell’Associazione, una speciale serata di solidarietà per le Filippine, alla quale interverranno importanti ospiti e autorità.

Dalle ore 19:00 verrà servito un ricco aperitivo con delizie locali. La cena vanterà un ricco menu d’eccellenza preparato dallo chef Christian Casati ed il suo staff. La madrina della serata sarà Maristella Polli, ex giornalista della RSI.

Per info e, soprattutto, iscrizione alla tavola rotonda di giovedì: Tel: +41 (0) 91 922 95 18 e-mail: info@maffeisnetwork.ch

(red)

16 Novembre 2019 | 16:11
Condividere questo articolo!

En relation