Le volte restaurate della chiesa di Torricella - Foto di G. Geronzi
Diocesi
Le volte restaurate della chiesa di Torricella - Foto di G. Geronzi

La parrocchia di Torricella in festa per la conclusione dei restauri

07.12.2018, 06:00 / RedCattFA

Viene riaperta domenica prossima 9 dicembre dopo oltre due anni di restauri la chiesa parrocchiale dei santi Maurizio e Biagio a Torricella con la celebrazione di un’eucarestia e dedicazione del nuovo altare alle ore 9.30 presieduta da Monsignor Vescovo Valerio Lazzeri.

La parte più consistente e complessa dei lavori, ha riguardato il recupero della ricca decorazione pittorica nella navata e nei cori laterali eseguita all’inizio del secolo scorso e completamente nascosta da ridipinture successive che ne hanno celato per più di cinquant’anni le qualità espressive ed esecutive. L’altro importante recupero ha interessato il raffinato apparato di stucchi sei-settecenteschi del presbiterio e delle due cappelle laterali che seppur visibili erano alterati da numerosi strati di tinteggio che ne svilivano i dettagli alterandone l’aspetto cromatico. Questa parte dei lavori è stata eseguita dalla squadra di restauratori condotta da Lucia Derighetti in un lavoro paziente e attento che oggi è pienamente apprezzabile anche grazie alla nuova illuminazione degli spazi.

Il restauro architettonico ha puntato da una parte al recupero di alcuni elementi; come le aperture verso il coro retrostante e l’esecuzione di nuovi pavimenti in pietra artificiale sia in piastrelle che gettati sul posto, ristabilendo le caratteristiche spaziali di tutto il complesso sviluppatosi in varie fasi dal Quattrocento al Novecento, le quali ora convivono armoniosamente nella loro singolarità.

La chiesa è stata completata dai nuovi arredi liturgici: altare e ambone, eseguiti in marmo bianco da Kurt Schwager su disegno del progettista del restauro Gabriele Geronzi, improntati al riferimento iconografico delle palme incrociate che si ritrova effigiato sul frontone della facciata in riferimento ai santi martiri a cui la chiesa è intitolata.

Il notevole sagrato chiuso sui quattro lati dai diversi corpi di fabbrica del complesso è stato restaurato: il portico d’ingresso è stato ritinteggiato ristabilendo le cromie originali e la copertura rifatto con una copertura in coppi.

Sono stati allestiti nuovi impianti elettrici di riscaldamento e audio ed è stato posato un nuovo organo.

Tutto questo lavoro è stato accompagnato dal Consiglio parrocchiale e dal comitato pro-restauri, dal Parroco, dalla generosa donazione di una persona che ha seguito e incoraggiato i lavori in tutto il loro svolgimento, dal Municipio di Taverne-Torricella, dai parrocchiani e non da ultimo dall’Ufficio Cantonale dei Beni culturali con un notevole sostegno finanziario cantonale e federale e con un prezioso aiuto nelle scelte d’intervento.

Sabato 8 dicembre, dalle ore 14.00 alle 16.00, sarà possibile ammirare in anteprima la chiesa restaurata guidati dall’arch. Gabriele Geronzi progettista e direttore dei lavori.

La copertina di Spighe, mese di febbraio 2019

Il mensile dell'Azione Cattolica Ticinese tratta "l'avventura 'giovane' di credere"

13.02.2019

Si parla di giovani dopo la GmG e il Sinodo, di bisogno di nuove forme di spiritualità per i ragazzi di oggi, di impegno per il clima a partire dalla protesta giovanile nelle piazze europee, ma anche della sfida costituita dalle nuove generazioni per le parrocchie: questi sono alcuni temi che si leggono nel numero di febbraio della rivista associativa cattolica "Spighe", pubblicata in Ticino.

Da sinistra a destra: mons. Cantoni, vescovo di Como e mons. Lazzeri, vescovo di Lugano

Caritas Ticino e Caritas Como verso "un incontro per valorizzare i volontari"

13.02.2019

Domenica 24 febbraio a Como, le due Organizzazioni solidali cattoliche e i rispettivi vescovi si incontrano attorno al tema “La solidarietà attraversa i confini – Storie di volontariato fra Como e Ticino”. Nell'attesa dell'evento, i due direttori della Caritas, Marco Fantoni e Roberto Bernasconi, sottolineano differenze e similitudini.

Trent'anni di gesti di fratellanza: una mostra alla Facoltà di teologia di Lugano racconta il dialogo interreligioso

12.02.2019

La mostra fotografica dal titolo "1986-2016: Trenta anni di incontri di tre Papi con le comunità ebraiche, con le chiese cristiane non cattoliche e con le comunità islamiche" sarà visitabile fino al 4 marzo negli spazi della Facoltà. Ieri sera l'inaugurazione, alla presenza di vari esponenti del mondo religioso.