italia

La Diocesi di Como sul discernimento in Amoris Laetitia

14.02.2018, 19:39 / redazionecatt

La Diocesi di Como ha diffuso quest’oggi, Mercoledì delle Ceneri, una Nota Pastorale per l’attuazione del capitolo VIII dell’Esortazione apostolica “Amoris Laetitia”. La nota della Diocesi di Como è frutto di oltre un anno e mezzo di lavoro e confronto fra sacerdoti, laici, operatori ed esperti sui temi dottrinali, teologici, pastorali e antropologici che l’argomento pone: l’accesso ai sacramenti e alla vita della comunità cristiana delle persone che, utilizzando l’espressione stessa dell’Esortazione, vivono in situazioni “dette irregolari”. La Nota si articola in 28 paragrafi. Il vescovo Oscar conclude il n. 20 della Nota affermando: “Chi dunque, nella nostra Diocesi, si incammina con impegno e umiltà nel percorso indicato, lasciandosi “plasmare” dalla grazia del Signore, giungendo attraverso il discernimento personale e pastorale a riconoscere di avere maturato le condizioni segnalate (n.d.r. nella Nota stessa), può essere riammesso, dopo l’assoluzione sacramentale, alla mensa eucaristica nella propria comunità.”. Vengono a questo punto offerte alcune indicazioni pastorali per favorire il percorso tracciato nella Nota. Molto importante il coinvolgimento della comunità cristiana di appartenenza, chiamata a comprendere e accompagnare i singoli e le coppie che volessero intraprendere il discernimento, fino alla possibile riammissione alla celebrazione dei Sacramenti. Non vengono indicati tempi e modalità troppo stringenti, perché i percorsi andranno costruiti e sperimentati insieme dai pastori della Chiesa e da persone competenti che li affianchino. Per favorire comunque una omogeneità di interpretazione e di azione pastorale, il Vescovo costituirà un “Servizio diocesano” per le situazioni di fragilità familiare che, in coordinamento con l’Ufficio per la pastorale della Famiglia, possa favorire la formazione degli operatori, rispondere a eventuali dubbi e offrire consulenza ai fedeli che volessero chiarire la propria posizione. Come appendice alla Nota, ma pur sempre come parte integrante, viene pubblicata la presa di posizione dei vescovi argentini della regione di Buenos Aires, che, a pochi mesi dalla pubblicazione di Amoris Laetitia, offrirono ai loro sacerdoti alcuni criteri di applicazione del cap. VIII. Papa Francesco ha fatto sua questa lettera, ritenendo che “il testo è molto buono ed esplicita in modo completo il senso del capitolo VIII di Amoris Laetitia. Non ci sono altre interpretazioni.”

La Diocesi di Como indica infine a chi necessita di informazioni di rivolgersi all’indizzo e-mail dell’Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia di Como: ufficiofamiglia@diocesidicomot.it. Qui il comunicato stampa completo: Comunicato stampa

Qui il link alla notizia dell’AgenziaSir sul testo dei vescovi della regione di Buenos Aires e la risposta del Papa:

https://agensir.it/mondo/2016/09/13/amoris-laetitia-i-criteri-fondamentali-dei-vescovi-della-regione-di-buenos-aires-e-la-risposta-di-papa-francesco/

Un anno fa la tragedia di Rigopiano. L’Abruzzo prega per le 29 vittime

18.01.2018

A un anno dalla valanga che distrusse l'hotel Rigopiano, a Farindola, in Abruzzo, provocando la morte di 29 persone, la provincia di Pescara e tutta la regione vivono una giornata di commossa commemorazione.

A Lecce il primo monastero in legno totalmente sostenibile

10.01.2018

Firmato da Rubner Haus per le Clarisse francescane.

Grazie, Papa Francesco! La gioia dei detenuti di Latina per gli auguri del Santo Padre

02.01.2018

Mons. Gaid ha portato alla vigilia di Natale gli auguri del Pontefice agli ospiti della Casa di reclusione del capoluogo pontino.