Ticino

La comunità di Gordola si mobilita per restaurare l’oratorio dei Monti Motti

Il Consiglio parrocchiale di Gordola, dopo aver eseguito nel 2019 la revisione del prestigioso organo della chiesa parrocchiale, ed altri interventi di manutenzione, guarda avanti, o meglio in alto, all’Oratorio dei Monti Motti dedicato alla Madonna di Lourdes.

Infatti – come ci racconta don Donato Brianza, parroco di Gordola – un intervento di risanamento è necessario in diverse parti dell’edificio, tenendo conto che sono trascorsi più di 60 anni dalla sua costruzione. Già a livello di esame della facciata si intravvede un marcato abbassamento delle travi portanti in legno che sorreggono la copertura in piode del tetto. Lo scivolamento di alcune lastre di pietra ha creato inoltre delle infiltrazioni d’acqua. L’anno scorso, per garantire la massima sicurezza è stata predisposta una «puntellazione» interna provvisoria.
L’investimento preventivato è di circa 75’000 franchi. I lavori dovrebbero durare 1-2 mesi e verrebbero eseguiti durante il prossimo autunno. Questo per permettere durante la stagione estiva di poter organizzare dei raduni all’esterno senza la presenza di un cantiere.

Quest’anno si festeggiano i 125 anni della chiesa parrocchiale di Gordola, dedicata a Sant’Antonio. Il programma dell’anniversario è in preparazione. Questo momento di festa è anche occasione per sensibilizzare i parrocchiani a contribuire con generosità a questo nuovo investimento a beneficio di tutta la comunità e non solo.

Chi volesse contribuire potrà farlo versando un’offerta sul conto bancario CH24 8028 0000 0002 9495 6, intestato alla Parrocchia di Gordola.

31 Maggio 2021 | 06:40
Condividere questo articolo!