Chiesa

Indonesia: sostegno economico del Papa alle vittime dello tsunami

Papa Francesco, mediante il Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, invierà un primo contributo economico per aiutare le popolazioni indonesiane di Giava e Sumatra colpite in questi giorni da uno tsunami, causato dell’eruzione del vulcano Anak Krakatoa.

Oltre quattrocento le vittime

A causa dell’onda anomala sono state infatti evacuate finora 16 mila persone, mentre il bilancio provvisorio fornito dalle Nazioni Unite parla di 430 vittime e quasi 1500 feriti, oltre a ingenti danni materiali.

La vicinanza di Francesco

«Il contributo accompagna la preghiera del Santo Padre in favore dell’amata popolazione indonesiana, ed è parte degli aiuti che si stanno attivando in tutta la rete caritativa della Chiesa cattolica»: si legge in un comunicato del Dicastero diffuso dalla Sala Stampa della Santa Sede. «La somma», si legge ancora, «verrà definita nei prossimi giorni e vuol essere un’immediata espressione del sentimento di spirituale vicinanza e paterno incoraggiamento da parte del Santo Padre».

L’appello all’Angelus del 23 dicembre

All’Angelus di domenica scorsa, Papa Francesco aveva già rivolto una preghiera e un appello agli aiuti per le popolazioni indonesiane colpite. «Invito tutti ad unirsi a me nella preghiera per le vittime e i loro cari», aveva detto, e «faccio appello perché non manchi a questi fratelli e sorelle la nostra solidarietà e il sostegno della Comunità Internazionale».

Fonte: VaticanNews.

29 Dicembre 2018 | 16:39
aiuti (7), chiesa (511), indonesia (19), tsunami (4)
Condividere questo articolo!