Chiesa

«In Algeria la beatificazione dei monaci di Tibhirine»

Il governo di Algeri ha dato il suo benestare al fatto che la beatificazione dei diciannove martiri cristiani uccisi nel Paese tra il 1994 e il 1996 si tenga in Algeria. Ha confermarlo è stato il ministro degli Esteri Abdelkader Messahel in un’intervista rilasciata a Parigi all’emittente televisiva France 24. «L’Algeria ha dato il suo benestare alla beatificazione in Algeria dei monaci di Tibhirine e degli altri religiosi uccisi durante gli anni Novanta e questa notizia è stata comunicata al Vaticano», ha dichiarato Messahel. L’uomo politico algerino inoltre non ha escluso la possibilità che papa Francesco stesso possa recarsi in Algeria per questa beatificazione così importante per i rapporti tra cristiani e musulmani. A una precisa domanda su un’eventuale visita del Papa in Algeria in concomitanza con la beatificazione il ministro degli Esteri di Algeri ha risposto: «Perché no? Vedremo».

Orano è la città algerina di cui era vescovo Pierre Claverie, ucciso il 1° agosto 1996 insieme al suo autista musulmano Mohammed mentre rientrava nella residenza episcopale. Il decreto sul martirio che il Papa ha approvato aprendo la strada alla beatificazione è intitolato proprio a Pierre Claverie e ai suoi diciannove compagni. Il fatto che il rito della beatificazione potrà avvenire in Algeria sarà un fatto molto importante non solo per la piccola Chiesa locale, ma anche per i tanti amici musulmani che non hanno dimenticato Claverie, i monaci di Tibhirine e tutti gli altri religiosi che proprio in nome dell’amicizia con questo popolo hanno deciso di non abbandonarlo nell’ora più difficile, pagando con il prezzo della propria vita questa scelta.

Mondoemissione

11 Aprile 2018 | 08:00
Condividere questo articolo!
En relation