Diocesi

Il volontario della Diocesi di Lugano ad Haiti, Nicola Di Feo, torna in Ticino

Un anno e sei mesi è durato il servizio del ticinese Nicola di Feo, partito dalla Svizzera italiana come volontario della Diocesi di Lugano a servizio del progetto educativo della diocesi di Anse-à-Veau Miragoâne ad Haiti. Nicola, ieri, ha ricevuto ad Haiti il saluto ufficiale e i ringraziamenti per l’importante lavoro svolto da parte di collaboratori e amici, mentre domani lo attende il viaggio di rientro. Intanto il progetto, che si sviluppa nel dipartimento dei Nippes, sulla costa nord della penisola del Tiburon, va avanti. Il Nippes ha una superficie di 1270 kmq e conta una popolazione stimata in 350 mila abitanti, praticamente tutti originari haitiani. Si tratta di una zona molto povera. Nei mesi scorsi i volontari ticinesi hanno recensito l’attuale situazione di molte scuole del territorio rurale e montano della zona in cui operano. Come abbiamo più volte raccontato, la Chiesa cattolica in Haiti ha aperto scuole nelle zone rurali, dove lo Stato è totalmente assente, ma date le già precarie condizioni economiche, strutturali, dotazioni didattiche e insegnanti sono di livello preoccupante. In questo quadro si inserisce l’intervento di volontariato coordinato per la Diocesi di Lugano dalla Conferenza missionaria della Svizzera italiana.

(red)

Nicola Di Feo ad Haiti, durante i saluti ufficiali in vista della sua partenza dall'isola caraibica
4 Luglio 2019 | 18:00
diocesi (141) , haiti (48) , missionari (16)
Condividere questo articolo!
En relation