Papa e Vaticano

Il Papa in Iraq incontra Al-Sistani

L’importanza della collaborazione e dell’amicizia fra le comunità religiose perché, «coltivando il rispetto reciproco e il dialogo, si possa contribuire al bene dell’Iraq, della regione e dell’intera umanità», è stato uno dei temi sottolineati da Papa Francesco nel suo incontro privato di questa mattina a Najaf con il Grande Ayatollah Sayyid Ali Al-Husayni Al-Sistani, leader della comunità sciita nel Paese.

Una preghiera a Dio, Creatore di tutti

L’incontro, riferisce una dichiarazione della Sala Stampa della Santa Sede, è durato circa quarantacinque minuti ed è stata per il Papa l’occasione per ringraziare Al-Sistani perché, «assieme alla comunità sciita, di fronte alla violenza e alle grandi difficoltà degli anni scorsi, ha levato la sua voce in difesa dei più deboli e perseguitati, affermando la sacralità della vita umana e l’importanza dell’unità del popolo iracheno». Nel congedarsi dal Grande Ayatollah, Francesco ha ribadito la sua preghiera a Dio, Creatore di tutti, per un futuro di pace e di fraternità per l’amata terra irachena, per il Medio Oriente e per il mondo intero.

L’accoglienza a Najaf

Ad accogliere il Papa a Najaf, nella strada che va dall’aeroporto alla residenza del grande Ayatollah – che si trova all’interno del Santuario dedicato all’Imam Alì, cugino e genero di Maometto e luogo sacro per gli sciiti – alcuni ragazzi che hanno sventolato le bandiere dell’Iraq e della Città del Vaticano. Nei cartelloni di benvenuto lungo la strada campeggiava la scritta «Voi siete parte di noi e noi siamo parte di voi», con sotto raffigurati i volti del papa e di Al-Sistani.

Tra i commenti del mondo islamico all’evento di Najaf, da rilevare quello rilanciato in un tweet da Mohammad Ali Abtahi, stretto collaboratore dell’ex presidente iraniano Khatami. L’incontro tra Francesco e l’Ayatollah Al-Sistani, scrive tra l’altro, «può frenare la violenza religiosa o almeno creare un confine tra la pacifica autenticità delle religioni e la violenza religiosa».

Il programma della giornata

Sabato, 6 marzo 2021

BAGHDAD – NAJAF – UR – BAGDHAD

 Mattina
7:45Partenza in aereo per Najaf
8:30Arrivo all’Aeroporto di Najaf
9:00Visita di cortesia al Grand Ayatollah Sayyid Ali Al-Husayni Al-Sistani a Najaf
10:00Partenza in aereo per Nassiriya
10:50Arrivo all’Aeroporto di Nassiriya
11:10Incontro interreligioso presso la Piana di Ur
12:30Partenza in aereo per Baghdad
13:20Arrivo all’Aeroporto Internazionale di Baghdad
 Pomeriggio
18:00Santa Messa nella Cattedrale Caldea di «San Giuseppe» a Baghdad

Vatican News

Papa Francesco con Al-Sistani.
6 Marzo 2021 | 11:04
Condividere questo articolo!