Svizzera

Il nunzio della Santa Sede in Svizzera finisce al 31 dicembre 2020 il suo mandato

Il nunzio della Santa Sede in Svizzera, rappresentante diplomatico del Papa, l’arcivescovo americano Thomas Gullickson ternina al 31 dicembre 2020 il suo servizio presso la Santa Sede per andare in pensione. Mons. Gullickson, 70 anni, risiede dal 2015 nella nunziatura di Berna. Da fonte di kath.ch lascerà attorno al 3 gennaio la Svizzera per fare rientro in Sud Dakota, lo Stato americano da dove proviene. Mons. Gullickson purtroppo non potrà terminare il suo mandato con la nomina del nuovo vescovo di Coira: come sappiamo il 23 novembre scorso il capitolo della cattedrale di questa diocesi ha respinto la terna di nomi proposta dal Papa per la scelta del successore di mons. Huonder. Per quanto riguarda la nomina del successore del nunzio Gullickson in Svizzera, al momento non ci sono comunicazioni ufficiali. Gli uffici della nunziatura saranno temporaneamente gestiti, fino alla nomina del successore, dal segretario José Manuel Alcaide Borreguero e altri collaboratori (fonte kath.ch).

Mons. Gullickson in un video natalizio pubblicato sul suo profilo facebook ha personalmente dato notizia della imminente partenza da Berna.

Nella foto mons Valerio Lazzeri con, a sinistra, Thomas Gullickson Nunzio Apostolico in Svizzera | © Alessndro Crinari
30 Dicembre 2020 | 11:34
svizzera (316)
Condividere questo articolo!